Santa Margherita, nuova sede per la Filarmonica Colombo - Genova 24
Inaugurazione

Santa Margherita, nuova sede per la Filarmonica Colombo

inaugurazione filarmonica colombo santa margherita ligure

Santa Margherita Ligure. Con una sfilata musicale la Filarmonica C. Colombo ha voluto salutare la sede di via Dogali, che presto diventerà mini alloggi per anziani soli, e prendere possesso della nuova sede nata al piano terra della scuola media V.G. Rossi.

Alla cerimonia di inaugurazione, domenica 7 maggio, c’erano la Presidente della Filarmonica C. Colombo Marina Vinelli Ciana, il Sindaco Paolo Donadoni, il Vicesindaco Emanuele Cozzio, le Assessore Beatrice Tassara e Linda Peruggi e la Consigliera Patrizia Marchesini; i parroci don Valerio Traverso e don Gian Emanuele Muratore (che hanno impartito la benedizione) e tanta gente che ha voluto manifestare il proprio affetto verso la banda.

“Si compone così – si legge in una nota – il quadro della prima grande opera avviata dall’amministrazione Donadoni che fin dai primi momenti del suo insediamento, ha desiderato considerare con particolare attenzione i temi della scuola, del sociale, della cultura. Le opere di rigenerazione urbana per le quali ha ottenuto un cospicuo finanziamento regionale – mettendo a disposizione, nella propria parte di co-finanziamento, una quota dei proventi realizzati con la vendita dell’ex scuola di Nozarego – interessano tutti e tre questi ambiti e li considerano secondo le necessità del tessuto cittadino e le modalità più attuali di intervento (Finanziamento regionale circa 480 mila euro; costo complessivo dell’operazione circa 1 milione e 280 mila euro finanziato con vendita della ex scuola di Nozarego)”.

E così domenica si è inaugurata la nuova sede della Filarmonica C. Colombo, realizzata al piano terra della scuola media V.G. Rossi. La parte di edificio (denominato Villa Rondini), che ha finora ospitato la sede e la sala prove della Filarmonica Colombo, verrà ristrutturata al fine di ospitare mini alloggi da destinare ad anziani soli o altre situazioni in cui la fragilità personale si sommi alle difficoltà abitative emergenti in tempi di crisi, tanto più in una città come Santa Margherita Ligure (i lavori partiranno entro l’estate). Dunque, dopo la sede dell’associazione scacchistica e della sede Photoclub Avis, dopo la realizzazione di una nuova aula multimediale più un’altra polifunzionale all’attico dell’edificio, prima non agibile per motivi di sicurezza (mancanza di scala antincendio), oggi si consegnano nuovi locali a un’altra importante realtà cittadina.

“Queste tre operazioni – un iter avviato alla fine del 2014 – collegate strettamente tra loro sia nelle rispettive finalità sia nei tempi e nelle modalità di esecuzione, intendono promuovere non solo un riordino e messa in sicurezza delle strutture ma un preciso principio di radicamento concreto, all’interno della comunità, di progetti culturali, formativi e sociali di grande significato” ha spiegato il sindaco Paolo Donadoni.

Più informazioni