Quantcast
La lotta

A rischio il murales di via Daste: “Salviamo il marinaio di Sampierdarena”

Sampierdarena. Il municipio vorrebbe cancellarlo, ma le associazioni che per l’opera si sono spese fin dall’inizio non ci stanno e sono scese in piazza per salvare il “marinaio di Sampierdarena”, il murales che campeggia sul muro di via Daste.

Dietro c’è un “cavillo” della burocrazia, i giochi della politica nel parlamentino del Centro Ovest, e il muro che è privato e ha dei vincoli. Nasce così la petizione e l’appello al presidente del Municipio Centro Ovest: “Salva il murales dei marinai”.

Circoliamo Sampierdarena e Walk the Line, promotori di questo disegno, stanno lottando con le unghie e con i denti per difenderlo. “Prima il muro era in condizioni pietose, mentre ora tutti possono ammirare quest’opera d’arte”, spiegano.

La lotta va quindi avanti e continuano ad aumentare le firme della petizione. Attualmente hanno aderito oltre 1700 persone, ma il numero continua a crescere.

leggi anche
  • Walk the line
    Marinai, ombre e la “Venere femminista”: Sopraelevata galleria d’arte a cielo aperto
    walk the line sopraelevata