Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapina e cinghiate alla “cliente”: pusher fermato da WhatsApp

Più informazioni su

Genova. Ha rapinato la sua “cliente” che la notte tra lunedì e martedì gli stava dando i 70 euro pattuiti per l’acquisto di cocaina, poi l’ha colpita con una cinta prima di fuggire.

La donna, una 39enne genovese, è stata poi soccorsa dalla volante del Commissariato San Fruttuoso, e medicata al pronto soccorso con una prognosi di 7 giorni.

Ma la vittima ha fornito agli agenti il numero di cellulare del pusher. A quel punto sono scattate le indagini: nel profilo WhatsApp c’era la foto dello spacciatore. L’immagine, diramata a tutte le volanti, ha consentito ieri sera agli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato San Fruttuoso di individuare in Via di Pré l’uomo, un cittadino senegalese di 19 anni, poi bloccato in Via Gramsci dopo un breve inseguimento.

Il 19enne, irregolare in Italia e gravato da numerosi precedenti di polizia, è stato portato in carcere a Marassi, sottoposto a fermo per rapina.