Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pegli, motocross freestyle e due giorni di festa per diffondere lo sport per tutti

I campioni liguri Vanni Oddera e Ilaria Naef tra i protagonisti dell'evento in programma il 13 e 14 maggio a molo Archetti

Genova. Tutto è possibile. Potrebbe essere questo il motto della due giorni – il 13 e 14 maggio – dedicata al Freestyle Motocross e alla “mototerapia” e che si svolgerà sul lungomare di Pegli.

oddera

Tra i protagonisti più attesi Vanni Oddera, pluricampione ligure di Freestyle Motocross e pilota di fama internazionale (da anni viaggia in tutto il mondo sperimentando evoluzioni che sfidano la legge di gravità). Sarà lui a portare a Pegli e a Genova la bandiera della “mototerapia”, una sua invenzione, una pratica che si può attuare si può attuare sia permettendo ai diversamente abili di salire e provare i mezzi a due ruote, sia coinvolgendoli come spettatori attivi di esibizioni ad alto tasso di spettacolo e coinvolgimento emotivo.

“E’ meraviglioso quando assisti a qualcosa che ti affascina – dice Vanni Oddera, che con il suo team Daboot gira per il mondo portando performance di freestyle dedicate ai disabili – e puoi farne parte, tutti i ragazzi e i bambini che vengono ad assistere ai nostri spettacoli, alla fine vogliono salire sulle moto, si sblocca qualcosa, ed è bellissimo”.

Al Pegli Freestyle Motocross festival ci saranno anche altri ospiti: dal campione del mondo Massimo Bianconcini, a William, l’harleista genovese divenuto celebre per il tormentone “Può accompagnare solo”, nato da una caduta con il suo bolide durante un raduno.

Ma ci sarà anche Ilaria Naef, giovanissima atleta varazzina, campionessa di Wheelchair MX – carrozzina freestyle, in rappresentanza della galassia di sportivi con disabilità.

“Sono la prima atleta italiana in questa disciplina, che ancora non viene riconosciuta ufficialmente nel nostro paese, da quando mi sono avvicinata a questo sport ho capito che queste ruote possono diventare ali, mi sono sentita rinascere”.

 Nello skatepark con la carrozina: la

“Abbiamo organizzato questo evento – spiega Davide Moretti, 27 anni, uno degli ideatori – per far conoscere la mototerapia, che riesce a rendere il cross accessibile anche a persone, soprattutto giovanissime, con disabilità psichiche o fisiche”. Insieme a Moretti, nella gestione della due giorni di Pegli Freestyle Show, Carolina Traverso, titolare della palestra DYV, a Pegli.

Oltre al motocross freestyle e alla mototerapia, tra il piazzale vicino a molo Archetti e l’arena degli artisti, ci saranno stand dedicati ad altri sport outdoor e non solo, ad associazioni attive sul territorio, e poi prove sul campo, laboratori interattivi, e punti ristoro e stand di bevande grazie alla collaborazione con alcuni noti locali della zona. Dopo il tramonto, scatterà un dj set musicale.