Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Parcheggi a pagamento in corso Quadrio, scatta la protesta: “Pronti a scendere in piazza” fotogallery

"Scelta senza senso, che penalizzano ulteriormente cittadini e commercianti"

Genova. Residenti e commercianti sono pronti a scendere di nuovo in piazza contro la decisione del Comune di Genova di far pagare i parcheggi di corso Quadrio.

Tursi ha infatti deciso di restituire 24 posti auto, ma si tratta di Isole Azzurre, quindi non gratuite per i residenti, con tariffe uguali a quelle delle principali zone del centro: 2,50 euro all’ora, con frazioni da 6 minuti a 25 centesimi e tariffa Speedy da 60 centesimi per mezz’ora (gratuite nei festivi).

Un decisione inaccettabile per il Comitato Spontaneo di piazza Sarzano, che non starà a guardare con le mani in mano. “Organizzeremo una protesta contro questa decisione non giusta e che penalizza i commercianti ulteriormente. Scenderemo in strada per dire no un’ennesima volta a questa scelta senza senso”, dichiara Claudio Garau, portavoce del Comitato Spontaneo di Sarzano.

Per Tursi, le nuove Isole Azzurre saranno dedicate a chi abbia bisogno di una sosta veloce e ad ampliare l’offerta dei parcheggi in un punto importante dal punto di vista dell’accesso dei turisti. Dello stesso avviso non sono però i cittadini che vivono e lavorano in quella zona e che sono pronti a far sentire ancora una volta la propria voce.