Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Open regionali, spettacolo alla Fontanassa: c’è anche il Cus foto

Savona. La stagione dell’atletica alla Fontanassa di Savona è iniziata nel migliore dei modi: subito grandi risultati, record ligure di iscritti con più di 400 partecipanti dalla categoria esordienti a quella assoluta con i Campionati regionali universitari open.

La copertina dei campionati, organizzati da Cus Savona & Cus Genova, spetta all’azzurro Wonderson Polanco. Il sardo-domenicano targato Atletica Riccardi, campione italiano indoor under 23, sulla velocissima pista della Fontanassa, ha demolito di 13 centesimi il suo precedente personale, portandolo a 10”53 e aggiudicandosi il 3° trofeo Roberto Benvenuti, stabilendo la migliore prestazione italiana 2017. Secondo posto per Fabio Cerutti con 10”59. Il finanziere, reduce dalle Bahamas dove è stato primo frazionista della nazionale italiana ai campionati mondiali di staffette, è apparso ancora intorpidito dal jet lag.

Titolo di campione ligure universitario per il savonese Andrea Delfino (Cus Genova), che stampa un ottimo 10”85. Buona prova per l’allievo Luca Biancardi (Atl. Arcobaleno) con 11”03. Sempre sui 100 metri vittoria, a due centesimi dal personale, per la portacolori della Bracco Milano Sabrina Galimberti, che realizza la migliore prestazione tecnica femminile della manifestazione con 11”85.

I 400 m sono stati un’altra gara di elevati contenuti tecnici, con la vittoria dell’azzurro Mario Lambrughi. Il portacolori delle Riccardi, che a marzo ha partecipato ai Campionati europei indoor, ha realizzato un ottimo esordio sulla pista savonese con 47”44. Terzo posto e record personale per il valbormidese Gabriele Scarrone (Trionfo) con 49”10. Sempre nel giro di pista altre emozioni con il duello sino all’ultimo metro tra la sanremese Giulia Alberti (Bracco) 54”47 e la lombarda Ilaria Burattin (Cus Milano), che realizza il suo personale con 54”61.

Sabato a Savona è stata scritta una pagina importante della storia dello sport nazionale paralimpico. Infatti sono stati realizzati ben due record italiani. Le ottime condizioni tecniche e climatiche del campo della Fontanassa hanno spinto sui 100 m Simone Maigrasso (Atl. H2 Dynamic), facendo fermare il cronometro sul tempo di 11”71, che migliora il record precedente, datato 2003, fissato 11”78. Altro record italiano paralimpico sempre nella categoria T44 per l’astigiano Roberto La Barbera, che nel salto in lungo atterra a 6.69, con il precedente a 6.50, datato 2004.  Entrambi gli atleti hanno realizzato i minimi di partecipazione per i Campionati mondiali paralimpici, in programma in agosto a Londra.

Dal settore giovanile arrivano ottime prestazioni per i colori del Cus Savona: Aurora Greppi si impone con autorevolezza sugli 80 cadette con 10”38 e Chiara Guidarini con un’ottima volata si aggiudica la medaglia d’argento con 1’51”66 sui 600 m, dietro alla talentuosa figlia d’arte Aurora Bado (Atl. Ventimiglia) che si aggiudica la gara con 1’43”32.

Per quanto riguarda gli altri risultati Cus, la gara dei 3000 m ha visto il successo al maschile dello spezzino Andrea Del Sarto (8’46”24) davanti al cussino Alessio Ratto, mentre al femminile si é imposta Gaia Tarsi (Bracco) in 10’33”38, che ha preceduto la biancorossa Elisabetta Ottonello.

Il prossimo appuntamento con la grande atletica a Savona sarà il 25 maggio quando, sempre sulla pista magica del Fontanassa, andrà in scena il 6° meeting internazionale Città di Savona – Memorial Giulio Ottolia, con la presenza di numerosi atleti della nazionale italiana e stranieri di livello mondiale.