La Casellese cala il tris e si prende la Seconda categoria - Genova 24
Finale playoff

La Casellese cala il tris e si prende la Seconda categoria

Biancoblù vittoriosi per 3-0 sullo Zena con una partita ordinata e cinica. Biancorossi che si complicano le cose da soli e recriminano per qualche decisione arbitrale

Varie sport

La Casellese vola in seconda categoria. Al termine di una gara che i biancoblù giocano con sicurezza e determinazione contro lo Zena. La partita inizia subito in discesa per i padroni di casa, sospinti dal pubblico numeroso, accorso anche per sostenere la famiglia di Casella colpita dall’incendio la settimana scorsa. Anche lo Zena partecipa alla sottoscrizione con una quota e un mazzo di fiori che capitan Priano depone sotto la tribuna dei tifosi locali.

Iorfino rinvia malissimo, regalando la sfera ad Occhipinti che salta Fasce il quale lo trattiene impedendogli di raggiungere la porta del proprio compagno. Fallo e rosso diretto per l’interruzione di chiara occasione da rete, fra le proteste biancorosse. Sulla punizione che segue, Occhipinti è perfetto nell’esecuzione, e con il mancino mette la sfera sotto l’incrocio.

Al 14° cala virtualmente il sipario sulla gara, quando ancora Occhipinti, rapace e determinato, ruba palla a Favre, secondo gli ospiti in modo falloso, e al volo manda la palla nell’angolo lontano. Un gol spettacolare che indirizza in modo decisivo il match verso i padroni di casa. Lo Zena non riesce ad imbastire un’azione degna di questo nome, e la Casellese prova ad approfittarne, ma la conclusione di Ciaburri di controbalzo dalla sinistra, trova Iorfino pronto alla deviazione in corner.

Al 25° si vedono gli ospiti con il primo atto del duello Priano – Colonnetta sui calci piazzati. Dal vertice destro dell’area della Casellese il bomber biancorosso supera la barriere, ma il portiere intuisce e manda in angolo. Dieci minuti dopo il numero 10 ci riprova, stavolta dal lato corto di destra dell’area casellese, ma ancora una volta Colonnetta c’è.

Si va alla ripresa e lo Zena capisce che è sui calci da fermo che può far male. Ci prova quindi Piccardi che interviene sul corner dalla destra, ma Colonnetta para in due tempi. All’ora di gioco piove sul bagnato per lo Zena che rimane in nove per l’espulsione di Messina. Da qui alla fine sarà un dominio della Casellese che al 71° sfiora il tris ancora con Occhipinti, il quale riceve al limite dell’area e con il mancino chiama alla deviazione alta Iorfino. Il bomber biancoblù ci riprova poco dopo con un tiro ravvicinato, ma Iorfino è super e para.

La terza rete arriverà, ma sarà il neo entrato Scavo a siglare il definitivo 3-0 con una rete sottomisura. Poco dopo Pazzano, subentrato anche lui a gara in corso, sfiora l’eurogol da 40 metri con un tiro piazzato che passa di un nulla accanto al palo. Finisce la gara, e la Casellese vola meritatamente in seconda categoria.