Il Cus Genova Rugby termina la stagione con una sconfitta casalinga - Genova 24
Serie a

Il Cus Genova Rugby termina la stagione con una sconfitta casalingarisultati

Un Noceto a caccia di punti salvezza espugna il "Carlini"

Cus Genova Rugby

Genova. Illuminato dal sole rivierasco e sostenuto da un rumoroso e numeroso manipolo di supporters, il Rugby Noceto ha avuto la meglio sul Cus Genova Rugby mantenendo la Serie A anche per la prossima stagione.

I gialloblù iniziano a mille e già al 1° tentano di oltrepassare la linea di meta biancorossa con un potente carretto. È nient’altro che il prodromo alla marcatura due minuti più tardi: alla prima mischia in zona di meta il Noceto guadagna una meta tecnica facilmente trasformata.

Il Cus reagisce blandamente e alla prima possibilità di accorciare le distanze con un calcio, spreca inguardabilmente la possibilità dalla piazzola. Altri errori, soprattutto nelle touche, caratterizzano il leit motiv dell’incontro. Il Noceto è motivatissimo a mantenere le redini del gioco, in questo incontro che per i parmensi significa dentro o fuori.

Fino alla mezz’ora comunque l’incontro non offre giocate spettacolari, anzi risulta decisamente noioso. Finalmente al 33° i ragazzi di Tosh imbastiscono una azione alla mano per tutta la larghezza del campo e schiacciano in meta con Garaventa, trasformata di precisione da Borzone per il 7-7. La segnatura subita mette le ali ai piedi dei nocetani che al 38°, dopo una serie infinita di fasi, portano un inarrestabile carretto in meta chiudendo il tempo in meritato vantaggio per 7 a 12.

Il Cus Genova rientra sul terreno di gioco apparentemente più organizzato e reattivo, ma è un fuoco di paglia. Gli innumerevoli errori nelle touche e la mischia soccombente a quella gialloblù, determinano un incontro a senso unico, con protagonista principale il Noceto. È un secondo tempo che regala pochi episodi alla cronaca. Il refrain recita sempre touche perse e mischie che indietreggiano. Il Noceto vede concretizzarsi la possibilità del colpaccio che assume contorni concreti allorché al 30° un calcio piazzato da quasi quaranta metri centra i pali fossilizzando il punteggio sul 15-7 per i gialloblù, che significa Serie A anche per la prossima stagione.

Cus Genova che offe un mesto arrivederci al numeroso pubblico mantenendo comunque la divisione. È sicuramente una compagine che detiene ampi margini di crescita, considerata l’età media del quindici biancorosso.

Il tabellino:
Cus Genova – Noceto 7-15 (p.t. 7-12) (punti 0-4)
Cus Genova: Borzone, Salerno (s.t. 42° Gambelli), Barani, Dhon (s.t. 38° Papini), Ciranni, Zini, Garaventa (s.t. 49° Ricca), Priestley-Nangle, Bertirotti (s.t. 24° Baldelli), F. Imperiale (s.t. 49° Torre), P. Imperiale (s.t. 24° Torchia), Dell’Anno, Nievas (s.t. 15° Ghiglione), Perini, Cattaneo (s.t. 48° Barry). All. Askew.
Noceto: Garulli, Passera (s.t. 32° Gabelli), Greco, Carritiello, Savina (s.t. 15° Malinovskyy), Farias, Albertini, Boccalini, Serafini (s.t. 28° Mancuso), Bongiorni (s.t. 20° Mori), Pulli (s.t. 37° Berghenti), Mazzoni, Alemeria (s.t. 39° Negri), Ferro (s.t. 39° Bersani), Singh (s.t. 11° Demaldè). All. Larini.
Arbitro: Blessano (Montebelluna).
Marcature: p.t. 3° m tr Farias (0-7), 34° m Ciranni tr Borzone (7-7), 39° m Pulli (7-12); s.t. 28° cp Farias (7-15).
Calciatori: Borzone (G) 1 su 2, Farias (N) 2 su 3.