Quantcast
Bolzaneto

Casa della salute in Valpolcevera, Viale: “Subito al lavoro”

Genova. “Penso che la Valpolcevera abbia bisogno di una casa della salute che garantisca un’offerta più ampia possibile. Nel frattempo, il mio compito è rispondere ai bisogni di salute di oggi: per questo abbiamo razionalizzato l’esistente, Celesia e ex Pastorino. A maggio dello scorso anno abbiamo spostato la Rsa dal Pastorino al Celesia e poi, nell’ultimo anno, abbiamo avviato interventi per razionalizzare ciò che è legato all’integrazione socio sanitaria nell’ex Pastorino, dando risposte immediate che i cittadini attendevano da tempo. Il mio impegno però non termina con la conclusione dei lavori del Pastorino, nella consapevolezza che i bisogni di salute dei cittadini della Valpocevera devono avere risposte più articolate”.

Così la vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale che oggi pomeriggio, al teatro Govi di Bolzaneto, ha partecipato all’assemblea pubblica sull’ipotesi di casa della salute in Valpolcevera.

“Fin dal nostro insediamento – aggiunge la vicepresidente Viale – abbiamo detto che la Liguria non può permettersi di perdere alcun presidio sanitario: sotto la soglia attuale non si può andare. Questo è un impegno forte che ci siamo assunti e che intendiamo mantenere. Non solo: siamo impegnati, con i tempi dettati dal reperimento delle risorse, per realizzare l’ospedale del ponente”. Al termine dell’assemblea, la vicepresidente Viale ha siglato un impegno con i sindacati, organizzatori dell’incontro, per confrontarsi su come dovrà essere la casa della salute della Valpolcevera in relazione ai bisogni dei cittadini.

leggi anche
  • Bolzaneto
    Casa della salute in Valpolcevera: ecco le proposte dei sindacati