Quantcast
Danneggiati

“Carige ci ha ridotti in mutande”, protesta dei piccoli azionisti davanti al Tribunale fotogallery

Cartelli e biancheria intima per raccontare gli effetti del crollo del valore delle azioni della "banca dei genovesi"

Genova. “Anna ora soffre d’ansia, da 40 mila euro a 250”. In una frase una storia, come ce ne sono tante, quelle di alcuni dei piccoli azionisti di Banca Carige che, negli ultimi anni, hanno visto crollare vertiginosamente il valore delle azioni tra inchieste giudiziarie, aumenti di capitali per andare incontro alle richieste della Bce e passaggi di mano ai vertici.

Questa mattina la protesta di alcuni dei piccoli azionisti, riuniti nell’associazione Parveen, ha preso forma davanti al Tribunale di Genova con due manifestanti che, senza proferire parola, si sono presentati con uno striscione e delle immagini piuttosto chiare raffiguranti chi, dopo aver investito in azioni Carige i risparmi di una vita, si è ritrovato in mutande.

Ieri intanto la Borsa ha risposto positivamente all’annuncio di Banca Carige di voler procedere alla cessione tramite cartolarizzazione di un pacchetto di crediti deteriorati da 950 milioni di euro entro il 30 giugno come deliberato dal cda. Ieri il titolo ha guadagnato il 2% a 0,26 euro (-63% la performance dell’ultimo anno).

Più informazioni
leggi anche
  • Genova
    Processo Carige, assolti i due ex presidenti del cda di Assi 90
  • Finanza
    Banca Carige, assemblea dei soci approva bilancio 2016
  • Economia
    Carige, giudice respinge la richiesta di Apollo
  • Genova
    Banca Carige risponde alle richieste della Consob