Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Buona gara della Locatelli, ma a Firenze è ancora un ko

Niente da fare contro la capolista del girone. Ora la zona playout è a -1, ma il prossimo turno arride alle lontre che potrebbero già festeggiare la salvezza diretta

Una buona Locatelli viene battuta dalla Florentia capolista solitaria e perde ancora una posizione in classifica rimanendo sull’orlo del baratro a un solo punto di vantaggio sul Varese Olona, bloccato a 18 punti, prima squadra ad accedere ai playout.

Le fiorentine sono già sicure del primato, forti di ben 6 punti sulla seconda in classifica, l’Imperia e hanno un distacco dalle genovesi in classifica di ben 23 lunghezze. La differenza, però non è così evidente in vasca, dove le liguri mettono il massimo, mentre le toscane si preservano in vista dei playoff. Così  ne nasce una gara equilibrata che le padrone di casa indirizzano in modo decisivo verso i propri lidi grazie ai primi due quarti giocati in modo cinico con un 3-2, 3-1 che mette quelle tre marcature di differenza che si riveleranno fatali alle genovesi.

Nella seconda fase della gara, le fiorentine vengono messe sotto pressione da Marcialis e compagne (3 reti per la signora Cassano, 2 per Figari, 1 per Sessarego) che però non riescono ad imporsi, impattando 2-2 e 1-1, gli ultimi due periodi e vedendo quindi sfumare l’opportunità di un colpaccio. Di certo c’è che rispetto alle scorse settimane la concentrazione e l’attenzione delle ragazze di Carbone è cambiata e se fra sette giorni affronteranno con questo piglio la Marina Militare, ultima a zero punti, si può ben sperare di trarre i famosi due piccioni con una fava.

Infatti contemporaneamente si incontreranno Varese e Trieste che rispettivamente seguono e precedono le liguri. Per la Locatelli quindi una ghiotta occasione per chiudere il discorso salvezza: se le lontre confermeranno i pronostici e Trieste vincesse a Varese, si potrebbe festeggiare con un turno di anticipo la permanenza in A2. Altrimenti tutto sarebbe rimandato all’ultima insidiosa gara contro la Promogest, formazione sempre ostica per le lontre.