Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Abusò sessualmente della nipotina: latitante incastrato da Messanger e WhatsApp

Era fuggito in Spagna

Genova. La Polizia di Stato di Genova, in collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale – Interpol, ha tratto in arresto, in esecuzione di Mandato d’Arresto Europeo, un 51enne genovese per il reato di violenza sessuale su minore.

L’uomo, responsabile – in base a quanto riferito in denuncia – di ripetuti atti di violenza e abusi ai danni della nipote minorenne convivente, è stato allontanato nell’immediatezza dal domicilio. Vistosi scoperto, ha accusato un malore per farsi ricoverare presso un ospedale della provincia dal quale è riuscito ad allontanarsi per poi scomparire nel nulla.

A seguito di ciò, il personale della Squadra Mobile ha iniziato una serrata indagine per rintracciare l’evaso. Grazie alle conversazioni su Messanger e WhatsApp con alcuni parenti e a vari video che l’uomo ha pubblicato su Facebook, si è riusciti a scoprire che era fuggito in Spagna e che verosimilmente si trovava a Barcellona.

Durante la latitanza, l’indagato ha indicato al fratello, attraverso WhatsApp, due indirizzi della città catalana dove quest’ultimo avrebbe dovuto spedirgli un personal computer che lo stesso utilizzava. Grazie alle informazioni apprese, su disposizione della Procura della Repubblica di Genova che ha coordinato le indagini, l’indagato è stato rintracciato e fermato dalla Polizia Spagnola, estradato in Italia da personale Interpol e tratto in arresto.