Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Villa Pallavicini di Pegli tra i dieci parchi più belli d’Italia fotogallery video

E anche in questo ponte hotel pieni a Genova

Genova. Il parco genovese di Villa Durazzo Pallavicini, a Pegli, è stato recentemente inserito fra i dieci parchi italiani di maggiore interesse turistico e culturale dal prestigioso concorso promosso dal network “I parchi più belli d’Italia”. L’iniziativa ha il patrocinio di diverse istituzioni, fra cui il Ministero per i beni e le attività culturali, il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, l’associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, oltre al sostegno del FAI (Fondo Ambiente Italiano).

Ottimi anche i più recenti dati turistici a Genova degli ultimi giorni e positive le previsioni per il 1° maggio. Per quanto riguarda gli ingressi ai musei civici, il ponte del 25 aprile conferma e migliora i risultati del ponte di Pasqua. Nel lungo weekend del 25 aprile gli hotel segnalano, dopo il pieno del 22 e 23 aprile, dal 90 al 100% di occupazione anche nella notte fra lunedì e martedì. Il 25 aprile, ponte tradizionalmente “italiano”, segna quest’anno una forte presenza di turisti stranieri. In crescita anche la visibilità internazionale e nazionale di Genova. A testimoniarlo anche le lunghe code che stamane sino alle prime ore del pomeriggio, in particolare intorno al centro storico e al porto Antico, dall’angiporto a via delle Casacce, all’ingresso dei parcheggi, hanno bloccato la città. Una situazione che ha provocato anche gravi disagi e ritardi ai bus Amt delle linee di Caricamento. I vigili del urbani nei momenti di maggior traffico hanno chiuso le uscite intermedie della Sopraelevata obbligando gli automobilisti ad arrivare in piazzale Kennedy.

“La strategia vincente di coordinamento fra cultura, marketing turistico e promozione, insieme al costante lavoro sul patrimonio permanente della città, continuano a generare opportunità di crescita per l’economia e per l’occupazione”, osserva Carla Sibilla, assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Genova.