"Troppa concorrenza", la francese Promod taglia in via XX e lascia a casa 10 persone - Genova 24
Chiuso per sempre

“Troppa concorrenza”, la francese Promod taglia in via XX e lascia a casa 10 persone

Licenziamento per le dipendenti, ancora nessuna alternativa in vista per i locali che ospitavano il negozio di moda femminile sotto i portici della via dello shopping

promod chiude

Genova. Dieci persone licenziate, tutte donne, e una saracinesca importante che chiude definitivamente in via XX Settembre, la via dello shopping cittadino. Addio a Promod, punto vendita del marchio francese della moda, presente in 44 Paesi del mondo e che, dal 2016, ha avviato una pesante ristrutturazione aziendale a livello internazionale. In Italia i negozi sono stati ridotti da 48 a 33 nel giro di pochi mesi.

“Il punto vendita genovese – spiega Giovanni Bucchioni, segretario della Filcams Cgil regionale – era il solo in Liguria ma non è stato risparmiato dalla politica di tagli del gruppo”. Chiusura definitiva, quindi. E ancora nessun nuovo inquilino all’orizzonte per il negozio (due piani più magazzino) di moda femminile.

“L’azienda ha aperto le procedure per il licenziamento prima di Natale – continua Bucchioni – procedura che è stata chiusa al ministero del Lavoro con un verbale di mancato accordo con le sigle sindacali. Le persone licenziate avranno diritto all’Aspi come ammortizzatore sociale, in due hanno già trovato un altro lavoro”.

promod chiude

Promod, marchio nato nel 1975, la cui sede si trova a Marcq en Baroeul, comune del dipartimento del nord nella regione Nord-Pas-de-Calais, ha spiegato che il “piano di ristrutturazione aziendale punta a far fronte a una difficile situazione di mercato e all’elevato livello di concorrenza”. Nel Paese d’origine, però, ha adottato una strategia di pensionamenti volontari e di ricollocamento interno dei dipendenti. Cosa che in Italia non è avvenuta.

Sulla vetrina del negozio in via XX Settembre un foglio con l’invito alla clientela a proseguire con i propri acquisti sul sito internet. Non che on-line la concorrenza non esista.