Serie a

Samp “bella addormentata” nel Mapei Stadium, spreca il vantaggio iniziale di Shickrisultati

Due mele avvelenate di Ragusa e Acerbi spengono i sogni di Europa dei blucerchiati

Reggio Emilia. Al ‘Mapei Stadium-Città del Tricolore’, a due chilometri dal centro della città emiliana, Sassuolo e Sampdoria si affrontano per la quarta volta in Serie A (i precedenti parlano di una vittoria blucerchiata e due pareggi), ma la mente di tutti, prima del fischio di inizio, va alla semifinale dei play off del 3 giugno 2012… 1-1 e lasciapassare acquisito, per andare a conquistare la massima serie, nella successiva finale, a spese del Varese… grazie di cuore a ‘din don’ Pozzi, ma anche a Rispoli…

Ma bando all’amarcord… queste le formazioni che Di Francesco e Giampaolo mandano in campo:

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Pellegrini, Aquilani, Missiroli;Politano, Matri, Ragusa.

A disposizione: Scavo, Vitali, Adjapong, Antei, Letschert, Duncan, Sensi, Mazzitelli, Iemmello.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszyński, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Praet;Fernandes; Quagliarella, Schick.

A disposizione: Falcone, Puggioni, Simic, Dodò, Pavlovic, Palombo, Linetty, Cigarini, Alvarez,Djuricic, Budimir.

Assenze pesanti fra i padroni di casa (in primis Berardi e Defrel), mentre in casa Samp pesa quella del bomber Muriel.

Al 6° buona chiusura, in diagonale, di Regini su Politano, lanciato a rete e chiuso in amgolo.

Spinge il Sassuolo (già cinque corner nei primi dieci minuti), con i giocatori del Doria alquanto imprecisi in fase di disimpegno.

Al 12° Patrik Shick show, ma il suo pallonetto, a scavalcare Consigli, esce di un soffio.

Al 15° botta alla testa per Dennis Praet… che riprende il gioco, dopo tre minuti, con un bianco turbante alla Sandokan.

Al 19° Bereszyński perde palla in dribbling e per fermare Ragusa, partito in contropiede, si becca il giallo.

Al 23° ammonizione anche per Pellegrini, dopo che ha messo a terra Torreira.

Al 27° nono goal in campionato di Patrik Shick, che devia, con la schiena, un tiro da lontano diMatias Silvestre… è proprio un predestinato!

Al 31° troppo irruento Bereszyński, che atterra Peluso, rischiando il secondo giallo.

Al 38° assist geniale di Barreto per Quagliarella, ma Lirola gli ribatte la facile conclusione.

Al 40° Matri alza, di testa, sopra la traversa, un bel cross di Missiroli dalla sinistra…

Samp in difficoltà, nella fase finale del primo tempo… mentre Praet deve uscire, con la divisa rossa di sangue (che esce abbondante dal turbante)… ma non si arrende e rientra in campo, dopo il terzo cambio di maglia.

Poco prima della fine del tempo, proteste del Sassuolo (con tanto di giallo a Peluso), che lamenta un tocco di “spalla/braccio” di Praet in area blucerchiata.

Nell’intervallo, tuttavia, il belga deve rimanere negli spogliatoi, sostituito dal suo ‘alter ego’ Linetty.

Si riprende con un altro corner per gli emiliani (otto nella prima frazione di gioco), ma la difesa fa buona guardia.

Ma al 48°, su perfetto assist in verticale di Pellegrini, l’ex genoano Ragusa rimette in parità l’incontro (1-1).

Al 50° Quagliarella e Fernandes confezionano la palla buona per tornare in vantaggio, ma il tiro del portoghese è deviato in angolo.

Al 51° giallo per Linetty, che essendo in diffida salterà la prossima sfida col Crotone.

Al 55° l’ennesimo corner, a favore del Sassuolo, condanna la Samp allo svantaggio, grazie ad uno stacco perfetto di Acerbi.

Al 57° brutto fallo di Politano su Linetty… altro giallo, mentre Alvarez entra per il poco incisivo Fernandes.

Al 60° Linetty mette in difficoltà Consigli, che alza in angolo un suo tiro cross.

Al 68° terzo cambio disposto da Giampaolo: entra Filip Đuričić per Barreto.

Al 69° palla goal per Ragusa, cui Viviano ribatte la conclusione ‘a tu per tu’… Samp in netto calo.

Al 72° fuori Matri, dentro Iemmello e al 76° esce Pellegrini ed entra l’ex doriano Duncan.

All’80° girata violenta di Quagliarella, che non centra lo specchio avversario.

All’81° Skriniar di testa alza sopra la traversa la palla di un possibile 2-2, su azione di calcio d’angolo, scaturito da una parata di Consigli su Alvarez.

All’85° ultimo cambio per il Sassuolo: Adjapong per Politano.

Al 92° si spengono le speranze della Samp, su un tiro di Silvestre da lontano, facilmente parato da Consigli.