Profughi a San Benigno, Possibile: "Ex bocciodromo inadeguato" - Genova 24
L'appello

Profughi a San Benigno, Possibile: “Ex bocciodromo inadeguato”

Ex bocciofila di San Benigno

Genova. I Comitati genovesi di Possibile esprimono il proprio disaccordo con la scelta della Prefettura di ospitare 130 persone richiedenti asilo nell’ex bocciodromo di San Benigno e sostengono l’iniziativa di protesta organizzata dal Municipio Centro Ovest che terrà la seduta del proprio consiglio in Largo Eros Lanfranco.

“Un bocciodromo, anche se dismesso, non può diventare la casa di qualcuno. La struttura è in cattive condizioni di manutenzione, in un luogo disagiato e non idoneo a realizzare un’accoglienza adeguata per il periodo, purtroppo lungo, che servirà a esaminare le richieste di asilo dei suoi occupanti”, si legge in una nota.

I Comitati invitano quindi il Prefetto a considerare le molte esperienze di accoglienza positive, diffuse in tutto il Paese e basate su piccole comunità, individuando, tra il vasto patrimonio abitativo disponibile nel nostro territorio, una collocazione più adatta all’accoglienza e all’integrazione di queste persone.

leggi anche
Protesta contro i profughi a San Benigno
Muro contro muro
San Benigno, nessun retrofront dalla Prefettura: entro agosto arrivano 120 profughi
Genova,  i profughi arrivano nella struttura di Quarto
Lega nord
In Liguria una proposta di legge contro il “business degli immigrati” nelle strutture turistiche
Ex bocciodromo San benigno
4mila firme
Profughi, nell’ex bocciodromo di S. Benigno lavori fermi da settimane