Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Presentata la lista ‘A Sinistra’ a sostegno di Crivello: “Non possiamo consegnare la città alla destra”

La lista mette insieme MdP con i giovani di Genova che Osa

Genova. “Dobbiamo lavorare insieme per non consegnare questa città al centro destra e soprattutto alla Meloni e a Salvini di cui si parla come fosse lui il candidato sindaco”. Gianni Crivello, candidato sindaco del centro sinistra, ha portato questa mattina i suoi saluti alla presentazione della lista “A sinistra” che unisce Articolo1 e Genova che osa, nata dall’iniziativa dei ‘giovani’ dell’ormai ex Rete a sinistra. “Dobbiamo lavorare con coesione e sinergia soprattutto con le giovani generazioni – ha detto Crivello – questa mattina ero in giro per mercati e ho trovato un grande affetto. Ci sono tutte le condizioni per vincere”.

Ancora più duro verso i principali competitor l’intervento di Antonio Gibelli, consigliere comunale della Lista Doria: “Il pericolo che la destra prenda in mano il Comune di Genova è reale e sarebbe la prima volta perché in passato a Genova hanno anche governato la Dc e i conservatori, ma non la destra vera dietro a un volto umano come quello di Bucci” ha detto Gibelli. “Se il vicesindaco, molto educato – ha aggiunto il professore – frequenta riunioni dove ci sono le croci celtiche, io non sono tranquillo”.

Oggi la lista ‘A sinistra’ ha presentato anche il simbolo, che unisce l’azzurro del mare al fucsia, contornato da un ‘bigo’ stilizzato: “una gru del porto che diventa uno dei simboli turistici della città – ha spiegato Lorenzo Azzolini – e tiene insieme il passato e il futuro di questa città. La nostra deve essere una lista che può e deve tenere insieme tutti per cambiare il volto della città che in questo momento soffre di tre crisi: quella economica, quella demografica e quella disgregativa”.

“La città che vogliamo – ha aggiunto Massimiliano Milone, ex segretario di Sel, candidato nel municipio Valpolcevera- è quella dove nessuno rimane indietro ed è in grado di rilanciare il rapporto con il mondo del lavoro per difendere gli insediamenti presenti e rilanciarli”.

Tra i punti del programma il patrimonio di abitazioni sfitte che deve essere rimesso in circolo anche grazie a canoni agevolati, il reddito minimo di autonomia, che prevede un’integrazione al reddito per i più giovani, una nuova mobilità che favorisca il trasporto pubblico tentando di ridurre quello privato.

Ecco alcuni dei candidati in lista:

Emilio ROBOTTI, nato nel 1964, avvocato, titolare di uno studio e specializzato nella difesa dei diritti umani.

Nerio FARINELLI, nato nel 1952, funzionario giudiziario e Presidente uscente del Municipio di Genova Levante.

Luca MAZZARI, nato nel 1961, architetto, designer, fondatore di uno studio specializzato e professore universitario a contratto, componente del Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Genova.

Simona CASU, nata nel 1970, architetto libero professionista, militante e attivista Ë stata dirigente nazionale del Pd, proviene da anni di iscrizione nel PDS e poi nei DS.

Emilia MARASCO, nata nel , autrice, iscritta all’Ordine dei Giornalisti, insegnante di Storia dell’Arte Contemporanea, Direttitrice dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, fonda Officina Letteraria.

Marianna PEDERZOLLI, nata nel 1993, studentessa di psicologia a Torino, consigliera comunale uscente, presidente della Commissione consiliare Pari Opportunità.

Cecilia BORSATTI, nata nel 1979, collaboratrice in progetti di riqualificazione sociale a Erzelli, impegnata come consulente per i diritti dei consumatori.

Andrea GRANDE, nato nel 1989, laureato in Storia, responsabile del personale presso SAE – Comunicazione integrata, staff organizzativo Palazzo Ducale, ex Pd.

Stefano GAGGERO, nato nel 1987, project manager di un progetto europeo contro le discriminazioni. Membro e fondatore della Rete a sinistra, appassionato di ricerca statistica sul sociale, si impegna fin da giovanissimo nell’attività politica.

Michele ZERO, nato nel 1953, si occupa di verde pubblico ed Ë stato responsabile delle aree verdi dedicate ai bambini. E’ presidente di Ellington club, organizza da anni il festival internazionale di jazz a Genova.