Verso il 30 aprile

Pd, nessun “effetto Liguria”: nei circoli vince Renzi

Liguria. Anche il Liguria il congresso Pd vede chiudersi il confronto tra i circoli. A dati quasi definitivi (ieri sera) la nostra regione si conferma in linea con la tendenza nazionale (Renzi 64%, Orlando 35%, Emiliano sotto l’1%) e vede la netta affermazione di Matteo Renzi, anche se, nella sua regione di origine, il ministro Orlando guadagna il suo migliore risultato, attestandosi sul 40%, con vittoria nel Golfo della Spezia, il 45% del Tigullio e Genova che “si configura l’area metropolitana in Italia in cui la proposta Orlando ha maggiore successo, fino al grande risultato di Imperia dove la mozione risulta vittoriosa in molti circoli”, sottolineano i suoi.

Esulta l’area renziana. “Nei circoli, tra gli iscritti della nostra regione vince inequivocabilmente Renzi e lo fa perché ha proposto una linea politica chiara, di una sinistra moderna, che accetta la sfida del cambiamento, rivendicando la propria tensione e cultura riformatrice, con proprie proposte, senza alcun senso di subalternità e senza nulla concedere ai populismi – commenta Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione – Non si è verificato alcun ‘effetto Liguria’ né alcun ‘effetto Spezia”. Renzi vince nella provincia, con dati sorprendenti in Val di Vara, Riviera, Sarzana e Val di Magra. Anche nel Comune capoluogo, dove Orlando prevale, si evidenzia un calo della sua mozione rispetto ai risultati ottenuti da Cuperlo all’ultimo congresso nazionale e il dato si allinea invece a quello emerso nel corso dell’ultimo congresso provinciale. Il dato della Spezia è anche il più alto in termini di affluenza. Ora al lavoro, perché il risultato dei circoli venga confermato alle primarie aperte del prossimo 30 aprile. Il nostro popolo vuole dare al Pd una leadership e una piattaforma politica capaci di vincere: quella di Matteo Renzi”.

Un risultato comunque “importante” anche per gli orlandiani. “Di buon auspicio per le primarie aperte del 30 aprile – scrivono per il Comitato Regionale per Andrea Orlando, Valentina Ghio, Giorgio Guerello, Federico Tanda – La candidatura di Orlando, in campo da meno di un mese, ha ottenuto un consenso diffuso ed importante tra gli iscritti in tutto il territorio nazionale, continua a crescere e la sua proposta politica rappresenta la vera reale e concreta alternativa di cambiamento alla situazione attuale. Una proposta aperta, che nasce per unire, per un partito inclusivo, dove tutte e tutti, anche quanti sono stati delusi dalla politica, tornino a sentirsi a casa“.

leggi anche
  • Primarie
    Primarie Pd, nascono i comitati ligure e genovese a sostegno di Orlando
  • Partito del calendario?
    Orlando: “Mi candido per il Pd, non contro Renzi; la mossa di Emiliano? Lotta libera”
  • Domani
    Pd, prima uscita ‘genovese’ per il candidato Orlando: il congresso ligure resta sullo sfondo
  • Acque agitate
    Pd, Paita e Rossetti attaccano il candidato Orlando: a rischio il congresso regionale unitario
  • Argomento
    Pd, anche il ministro Orlando si candida alla segreteria: “Deciso a vincere”