Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto femminile, presentata la final six di Rapallo: otto partite in tre giorni

Al "Poggiolino" sarà assegnato lo scudetto e verrà decretato il nome della seconda squadra retrocessa

Rapallo. Da giovedì 11 a sabato 13 maggio Rapallo sarà la capitale della pallanuoto italiana: nella vasca olimpionica dell’impianto comunale di San Pietro di Novella si disputeranno le finali del campionato di Serie A1 femminile 2016/2017, ovvero la final six per lo scudetto, nonché i playout salvezza.

L’appuntamento sarà organizzato dalla Rapallo Pallanuoto con il patrocinio del Coni Liguria e il sostegno di Regione Liguria, dei Comuni di Rapallo e Camogli oltre che della Federazione Italiana Nuoto, firmatari di una convenzione ad hoc.

Nel corso della manifestazione le prime sei squadre classificate del campionato di Serie A1, per un totale di 78 atlete tra le migliori giocatrici a livello mondiale, si affronteranno in incontri ad eliminazione diretta: nel pomeriggio di giovedì si disputeranno i quarti di finale, nel pomeriggio di venerdì la finale 5°/6° posto e le semifinali mentre il sabato si giocheranno le finalissime.

Gli stessi giorni saranno decisivi anche per la corsa salvezza: le due squadre classificate all’ottavo e al nono posto al termine della stagione regolare daranno vita, nella giornata di sabato, allo spareggio che decreterà chi abbandonerà la massima serie.

In tre giorni verranno disputate in totale otto partite. Tra le iniziative in programma, anche un match internazionale di pallanuoto giovanile che vedrà affrontarsi la rappresentativa ligure femminile Under 15 con una rappresentativa pari età formata da atlete provenienti da tutta Europa. Saranno, quindi, tre giornate ricche di gare, allenamenti, confronti agonistici e selezioni tecniche grazie alla presenza di un folto parterre di atlete, società, dirigenti e tecnici federali.

Dopo la final six scudetto e i playout salvezza di pallanuoto maschile che si sono disputati a maggio dello scorso anno a Sori – afferma il presidente della Regione Giovanni Toti siamo particolarmente orgogliosi di questo nuovo grande appuntamento sportivo, che conferma la Liguria punta di diamante per la pallanuoto italiana con squadre di assoluto prestigio. Le pallanuotiste liguri che scenderanno in vasca sono un grande esempio di coraggio, determinazione e passione: a loro rivolgo il mio in bocca al lupo per questo importantissimo appuntamento, con la promessa di essere a bordo vasca per assistere alle partite e goderci un momento di grande sport”.

Per garantire il sostegno a questo grande evento Regione Liguria ha deciso di stipulare un accordo di programma. “Sottoscriviamo oggi una convenzione ad hoc – spiega l’assessore regionale allo sport, Ilaria Cavopossibile solo per manifestazioni sportive eccezionali come quella che si disputerà a Rapallo. La pallanuoto è uno degli sport della tradizione ligure ed è giusto che Regione sostenga questo grande evento, in grado di coniugare uno straordinario spettacolo sportivo con una serie di iniziative di promozione e valorizzazione del territorio, avvicinando anche tanti giovani a questo sport. Arriviamo a Rapallo con grande pathos nell’attesa di vedere chi vincerà lo scudetto tra le migliori squadre italiane e chi, tra le ultime in classifica, sarà retrocesso al termine di questa tre giorni di grandi emozioni. Questo evento dimostra come la Regione ci sia e in modo significativo quando si tratta di sostenere eventi importanti non solo per lo sport ma anche per il turismo, con importanti ricadute sulle attività economiche del territorio”.

Nel corso della tre giorni la Rapallo Pallanuoto ha organizzato un ricco calendario di eventi collaterali: un convegno, una cena di gala, esibizioni sportive, dimostrazioni paralimpiche e animazioni per coinvolgere non solo gli addetti ai lavori ma anche tanti giovani e tutti gli appassionati di sport. “Sono orgoglioso di aver ricevuto questo importante compito dalla Federazione Italiana: organizzeremo un importante evento nazionale – dichiara Enrico Antonucci, presidente della Rapallo Pallanuoto – che darà lustro al territorio di Rapallo e a tutta la Liguria. Le nostre final six saranno un connubio di sport, cultura e società: una scelta vincente per attirare il grande pubblico alla piscina di Rapallo”.

Da giovedì 11 sarà allestito a Rapallo anche un villaggio, un ampio spazio espositivo al coperto dove tutti i partecipanti, grandi e piccini, riceveranno un’accoglienza degna di un evento così importante: giochi gonfiabili per bambini e iniziative legate al cibo, alla salute, alla promozione del territorio per i più grandi. “Per tre giorni – dichiara Alessandro Martini, presidente del Rapallo Nuoto, società gestrice dell’impianto rapallese – Rapallo sarà la capitale della pallanuoto italiana. Questo grazie alla sinergia tra Rapallo Pallanuoto e Rapallo Nuoto che, in collaborazione e con il sostegno della Federazione e delle Istituzioni sono riusciti ad organizzare l’evento. Un ringraziamento al presidente Barelli, al governatore Toti, all’assessore Cavo, ai sindaci di Rapallo Bagnasco a di Camogli Olivari e, soprattutto, un plauso particolare a tutti i dirigenti e funzionari delle varie istituzioni. Al ‘Poggiolino’ verrà assegnato il 33° scudetto femminile”.