Pontedecimo

Ospedale Gallino, il Comitato Stella Polare chiede il pronto soccorso attivo 24 ore su 24

Genova. I rappresentanti del Comitato Stella Polare nella persona di Renato Albanese (Segretario) e Sara Bruzzese (Consigliere Direttivo) hanno incontrato la Dirigenza dell’Ospedale Gallino di Pontedecimo. “L’incontro durato più di un’ora e mezza, è stato senza dubbio efficace e sereno, durante lo stesso sono state portate alla luce evidenze e criticità riguardo la struttura e l’organizzazione della stessa. Le difficoltà sono da attribuirsi ad amministrazioni passate che hanno lasciato soprattutto a livello legislativo vuoti e inadempienze che come risultato rischiano di minare la solidità di un’Eccellenza quale quella dell’Ospedale stesso”, si legge in una nota del comitato.

Si è parlato soprattutto del Reparto di Chirurgia, “Fiore all’ Occhiello dell’Ospedale”. “Anche il reparto di Cure Intermedie nonostante i tagli al budget e al Personale qualificato, continua ed essere uno dei punti di forza di questa struttura, riuscendo a sopperire alla carenza assistenziale sul Famoso o per meglio dire Famigerato Territorio. Traduzione soprattutto per quanto riguarda le persone anziane si cerca dopo l’intervento di dare una vera e propria riabilitazione prima che lo stesso venga “Parcheggiato” in una qualunque RSA, che se ne fa carico con criteri e sistemi spesso non troppo generosi e attenti”, prosegue il comitato.

Riguardo al tema principale dell’incontro, ovvero la “Richiesta di Estensione a 24 ore del Primo Intervento”, sono stati raccolti una serie di dati che lasciano intendere quella che è stata la volontà delle Amministrazioni Passate. “Che nell’avvicendarsi, a suon di tagli al personale specializzato, hanno decretato la chiusura di Reparti Specializzati, costringendo così gli Utenti e le Pubbliche Assistenze a reindirizzare in altre strutture Ospedaliere quelle che sono le Richieste di Soccorso. Il risultato lascia pensare ad un imbuto dall’ingresso capiente ma dal collo troppo stretto, ed ecco che i punti di Primo Intervento (Pronto Soccorso) come Sampierdarena si trovano troppo spesso a dover gestire una vera e propria Emergenza in fatto di numeri di Utenti, i quali sono costretti ad attese che possono durare anche più di 12 ore e molto spesso a troppe difficoltà oggettive nella gestione e nella prestazione del Servizio stesso, sempre più vicino al collasso”, termina la nota.

L’incontro è terminato con un arrivederci e con una reciproca promessa di una stretta collaborazione nel farsi carico di portare avanti un progetto comune che è quello di salvaguardare l’Eccellenza dell’Ospedale Gallino e il diritto alla Salute dei cittadini del territorio che lo abitano. I due step successivi saranno una raccolta firme e l’incontro con l’ assessore regionale Sonia Viale.