Meteo Liguria, neve a Santo Stefano. Freddo in attesa del lungo week end - Genova 24
Domani sole

Meteo Liguria, neve a Santo Stefano. Freddo in attesa del lungo week end previsioni

Liguria. Un nuovo impulso instabile, legato all’ampio sistema depressionario che ha impegnato il nord-Italia negli ultimi giorni, reca condizioni di spiccata variabilità in terra Ligure. Molte nubi, un po’ di pioggia e schiarite via via più ampie caratterizzeranno la giornata odierna, in attesa di un fine settimana a due facce.

La giornata odierna segnerà, di fatto, l’ultimo atto di questa vivace fase primaverile prima di un pur effimero incremento pressorio dai quadranti occidentali, in grado, comunque, di garantire l’instaurarsi di un tipo prevalentemente soleggiato. Attualmente, una tanto strutturata quanto indebolita linea instabile, sospinta da masse d’aria più fresca, di matrice artico-marittima, va transitando in territorio ligure, foriera di modesti effetti precipitativi, ma un apprezzabile calo delle temperature: il centro Limet, a tal proposito, segnala i ragguardevoli valori di -3.7 gradi e -2.4, rispettivamente sulla vetta del monte Bue e nella sottostante località Prato della Cipolla, nel Comune di Santo Stefano d’Aveto, teatro di deboli nevicate, come in buona parte del circondario, al di sopra dei 1000/1100 metri.

Contestualmente, assistiamo ad un netto rinforzo della ventilazione settentrionale, con raffiche che, lungo il tratto costiero centrale, raggiungono i 50/60 km/h, e del moto ondoso, in particolar modo al largo.

Limet spiega che seguirà, nel corso del pomeriggio, un generale e progressivo miglioramento del tempo, in un contesto, tuttavia, ancora tutt’altro che stabile, in particolare nelle aree interne, dove appare assi probabile l’accensione di ulteriori focolai instabili, per lo più sottoforma di brevi piovaschi o rovesci.

Dando uno sguardo a questo lungo fine settimana, se nella giornata di domani, sabato 28, complice un fugace colmamento barico dai quadranti occidentali, il sole dominerà incontrastato, permettendo qualsivoglia attività all’aria aperta, domenica 29, benché ancora all’asciutto, saremo testimoni del ritorno di gran carriera della maccaja, chiara avvisaglia dell’ormai prossimo deterioramento del tempo, atteso già dalle prime ore di lunedì 1° Maggio, per l’appropinquarsi da ovest di una vasta ed organizzata perturbazione atlantica, foriera di piogge e temporali.