Aperta a tutti

Industrie a rischio, assemblea in Valpolcevera per parlare del deposito Sigemi

Il grande centro di stoccaggio petrolifero a San Quirico è uno degli insediamenti inseriti dalla Prefettura nell'elenco delle industrie a rischio di incidente rilevante

Genova. Un’assemblea pubblica organizzata dalla Prefettura, d’intesa con l’amministrazione comunale, per parlare delle “industrie a rischio incidente” nel municipio Valpolcevera. L’appuntamento è nella sede del municipio di Pontedecimo, in via Poli, alle 17e30, e rientra in una serie di incontri organizzati su tutto il territorio cittadino.

Sigemi srl, San Quirico. Questa, secondo i monitoraggi della Prefettura, la sola azienda a “rischio incidente rilevante”, in Valpolcevera (Iplom rientra nell’ambito del municipio Medio Ponente). D’altronde la vallata ha visto, negli ultimi 30 anni, un sostanziale azzeramento delle grandi industrie, soprattutto chimiche e petrolchimiche.

La consultazione popolare non ha l’obbiettivo di puntare il dito contro le aziende ma è indispensabile per l’adozione o revisione dei piani di emergenza esterna delle industrie. I cittadini che parteciperanno potranno conoscere nel dettaglio lo stato dell’arte e contribuire con idee e proposte per migliorare i piani.

Sigemi svolge servizi di stoccaggio e movimentazione di prodotti petroliferi per conto terzi. E’ in possesso di tutte le certificazioni Iso richieste per operare e ha propri piani di sicurezza avanzati. E’ presente a Genova anche al Porto Petroli di Multedo, mentre a San Quirico gestisce un deposito con una capacità di stoccaggio di circa 200 mila metri cubi, suddivisi in 61 serbatoi.

Il deposito Sigem si sviluppa su una superficie di 62 mila metri quadri. Il deposito è collegato alla stazione di pompaggio di Genova Multedo tramite due oleodotti da 10″ e uno da 16”, tramite i quali è possibile sia ricevere che spedire il prodotto via mare. Il collegamento con i depositi di Arquata Scrivia e Lacchiarella è garantito da un oleodotto da 10”. E’ inoltre presente un oleodotto da 10” in entrara da Arquata Scrivia. Il deposito inoltre può trasferire prodotto a vicini depositi a cui è collegato con due oleodotti da 6”.

Più informazioni