Inchiesta su ultrà Genoa, Gasperini sentito in Procura a Genova - Genova 24
L'inchiesta

Inchiesta su ultrà Genoa, Gasperini sentito in Procura a Genova

Genoa Vs Juventus gasperini

Genova. Il pubblico ministero Emilio Gatti ha sentito, come persona informata dei fatti, l’ex allenatore del Genoa e attuale dell’Atalanta Gian Piero Gasperini.

L’interrogatorio, iniziato da pochi minuti, riguarda l’inchiesta sui presunti ricatti ricevuti dal tecnico da alcuni ultra’ che avrebbero minacciato contestazioni e pressioni.

La Procura indaga sul divorzio consensuale tra allenatore e club, alla fine della scorsa stagione, ed ha indagato diversi tifosi per associazione a delinquere. Secondo la tesi del pm,
gli ultra’ avrebbero ricattato l’ex allenatore. Fra gli episodi presi in considerazione c’e’ il litigio sulla presenza negata ad alcuni calciatori simbolo della squadra ai raduni dei club.

Gasperini, in una conferenza stampa del gennaio 2016, punto’ il dito contro alcuni tifosi.

“Non ho mai ricevuto pressioni o minacce. Io nemmeno li conoscevo quei tifosi, li ho visti solo due volte” avrebbe detto Gasperini al pm. “Li avevo visti a una festa a Pegli. Poi – ha proseguito Gasperini – c’erano stati alcuni striscioni di contestazione. Ma dopo la vittoria del derby li avevo incontrati di nuovo e erano tranquilli, mi hanno anche regalato una bandiera dicendomi grazie”. L’allenatore e’ stato accompagnato dal legale del Genoa, l’avvocato Alessandro Vaccaro. L’inchiesta vede indagati alcuni tifosi per associazione a delinquere. Nei prossimi giorni potrebbero essere sentite altre persone della societa’ informate dei fatti.

leggi anche
corteo mafia genoa
La protesta
“Niente mafia, solo amore per i nostri colori”. Ultras del Genoa in corteo