Regione

Nuovo Galliera, Salvatore (M5S): “Progetto approvato senza piano economico-finanziario”

Genova. “Progetto Nuovo Galliera approvato in fretta e furia e al buio, senza l’avallo del Consiglio comunale e, cosa ancor più grave, senza che esista ancora un piano economico-finanziario sull’operazione. Ma per l’assessore alla Sanità Viale non sussiste alcun problema, eppure gli elevati costi insistono primariamente sul bilancio regionale.”

Lo dice Alice Salvatore, portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria, che oggi in Consiglio regionale ha presentato un’interrogazione e un’interpellanza sul Galliera, anche alla luce della recente vittoria al Tar, che ha riconosciuto il diritto di vigilanza sui conti dell’istituto.

“Dall’assessore abbiamo ricevuto una risposta sconcertante alla nostra interrogazione – spiega Salvatore – Viale ha preso di fatto le difese del Comune di Genova, in perfetto stile Partito Unico, avallando il via libera di Doria e Berini al progetto del Nuovo Galliera e la convocazione, nella giornata di oggi, della Conferenza dei servizi. Ma in base a quali parametri dovrebbe decidere la Conferenza dei servizi, senza avere a disposizione il piano economico-finanziario? È incredibile come la Giunta Toti continui a ignorare i dati che evidenziano la notevole riduzione di posti di lavoro e il dimezzamento dei posti letto, oltre agli enormi rischi idrogeologici e i valori archeologici che toccano il sito, che farebbero inevitabilmente lievitare i costi pubblici, con i soldi dei cittadini, dovesse mai andare in porto questo sciagurato progetto.”

“Ben venga il parere dell’assessore conforme anche alla sentenza del Tar che riconosce ai consiglieri regionali il diritto di vigilanza sui conti del Galliera – prosegue la portavoce M5S – Ma che senso ha rivendicare il diritto di accesso agli atti se poi si pensa sia accettabile approvare alla cieca il progetto senza poter leggere il piano economico-finanziario e senza ascoltare le istanze che da mesi arrivano dai banchi dell’opposizione, dagli operatori e dai lavoratori? Dalla Giunta Toti ci aspetteremmo un segnale forte di discontinuità rispetto all’amministrazione Doria che purtroppo non arriva. Eppure Lega Nord si batteva contro il progetto del Nuovo Galliera dai banchi dell’opposizione regionale, prima di andare al governo con Toti.”