G8 di Genova: un poliziotto inglese infiltrato tra i "black block" - Genova 24
Londra ammette

G8 di Genova: un poliziotto inglese infiltrato tra i “black block”

Diaz 1615

Genova. Non finiscono mai le brutte sorprese sul G8 di Genova e adesso spunta una foto che riprende un poliziotto inglese davanti a una barricata. Rod Richardson ha un caschetto, una mascherina da saldatore e una maschera antigas. Sembra un perfetto “black bloc”. A 16 anni dal vertice è la polizia inglese, incalzata da una commissione parlamentare d’inchiesta di Londra, a svelare la verità: Rod Richardson era un poliziotto infiltrato, che assunse l’identità di un bimbo morto e visse sotto copertura tra i movimenti anarchici inglesi per almeno quattro anni.

Lo rivela un quotidiano genovese ed è la prima volta in sedici anni che arriva una conferma ufficiale a quanto gli attivisti del Genoa Social Forum hanno sempre denunciato: erano presenti anche ‘provocatori’ mischiati tra i manifestanti del blocco nero, tra i quali appartenenti a forze dell’ordine.

La rivelazione è il risultato di anni di lavoro della commissione guidata dal magistrato inglese Sir Christopher
Pitchford, il cui mandato è di fare luce sull’uso disinvolto degli agenti undercover infiltrati dalla polizia britannica. Cosa ha fatto durante gli scontri del G8 e che ruolo ha avuto Rod Richardson? Ha coordinato o organizzato azioni violente? E, in tutto questo, a chi riferivano e quale era la loro missione?

A queste domande la polizia metropolitana di Londra si è rifiutata di rispondere. Così come la commissione si è vista negare l’accesso alla vera identità di Richardson. Il quotidiano inglese The Guardian ha però rintracciato la madre del vero Rod Richardson, nato il 5 gennaio del 1973 e morto lo stesso giorno al St George Hospital di Tooting, per problemi respiratori.

“Riteniamo che un ufficiale di polizia abbia rubato l’identità del bimbo – ha testimoniato l’avvocato della famiglia Jules Carey davanti alla commissione – e che sia stato impiegato sotto copertura almeno dal 2000 al 2003”. Dopo quell’anno parte per un viaggio in Australia e nessuno ne sente più parlare.

A certificare il suo passaggio da Genova nei giorni del 2001 ci sono svariate testimonianze e alcune fotografie, fornite da alcuni ex compagni di lotta. Chi è davvero Rod Richardson, cosa ha fatto per le strade di Genova nel 2001 e a chi rispondeva? La Procura di Genova è stata informata dei recenti sviluppi. Non è escluso che il caso possa portare a nuovi accertamenti anche se dopo 16 anni il reato di devastazione e saccheggio, che prevede pene durissime, sia avviato alla prescrizione.

leggi anche
165° anniversario Festa Polizia
Festa della polizia
G8 Bolzaneto, il questore Sergio Bracco: “E’ stata pagina buia, ma la polizia è cambiata: occorre voltare pagina”
Diaz 6795
Bolzaneto e diaz
G8, Pisani (M5S): “Patteggiamento? Ammissione dello Stato. Ma aspettiamo ancora reato di tortura”