La cerimonia

Fincantieri, a Sestri Ponente il varo della nave extra lusso Silver Muse fotogallery

Un gioiello che coniuga perfettamente tradizione e tecnologia

Sestri Ponente. Stamattina a Sestri Ponente è stata consegnata a Silversea Cruises la nuova Silver Muse, nave extra lusso costruita da Fincantieri.

Un prodotto di eccellenza assoluto, sintesi tra la tradizione della cantieristica locale e l’innovazione, che dimostra particolare attenzione anche all’ambiente, viste le ridotte emissioni di anidride carbonica. Con una stazza di 40.700 tonnellate, è dotata di 13 ponti, può ospitare 623 passeggeri e ha ben 298 suite di almeno 29 metri quadrati.

All’interno di questa incredibile imbarcazioni è presente ogni genere di comfort per una vera crociera di lusso su una nave che solca le onde del mare più velocemente delle altre della stessa stazza. La Silver Muse salperà per la prima volta il prossimo 10 aprile per un viaggio nelle acque del Mediterraneo.

Un giorno speciale per lo stabilimento di Sestri Ponente, che però attende anche un altro passo importante. “A breve partirà la realizzazione del ribaltamento a mare per rendere ancora più competitivo lo stabilimento di Sestri Ponente”, dichiara l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Edoardo Rixi, che ha partecipato all’evento insieme al governatore Giovanni Toti, al cardinale Angelo Bagnasco e molte altre autorità locali.

leggi anche
fincantieri sestri ponente seabourn ovation
Sestri ponente
Fincantieri, Toti: “Si parte con il ribaltamento a mare”. Bono: “Da solo non basta”
fincantieri sestri ponente seabourn ovation
Approvato
Fincantieri, con il 2016 torna l’utile. Bono: “E’ il bilancio della rinascita”

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.