Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella in campo a Vercelli, Roberto Breda: “Raggiunta la salvezza non ci vogliamo fermare” risultati

Appuntamento alle ore 15 al "Piola"

Chiavari. Rifinitura mattutina, ieri, con il manto sintetico del “Comunale” ancora caldo per la sfida di Primavera Tim Cup contro la Roma, pareggiata 1 a 1.

Nessuna novità per quanto riguarda l’infermeria: tutti abili e arruolati i biancocelesti, fatta eccezione per il lungodegente Joel Baraye.

Ecco nel dettaglio i giocatori convocati in vista della trasferta a Vercelli. Portieri: Iacobucci, Paroni. Difensori: Ceccarelli, Pellizzer, Benedetti, Belli, Pecorini, Sini, Filippini. Centrocampisti: Ardizzone, Moscati, Palermo, Troiano, Ammari, Tremolada, Zaniolo. Attaccanti: Mota Carvalho, Catellani, Caputo, Diaw.

Un solo giocatore squalificato in vista della partita tra Pro Vercelli e Entella: si tratta della bianca casacca Palazzi, fermato per un turno. Arbitrerà l’incontro Niccolò Baroni della sezione di Firenze, assistito da Claudio Lanza (Nichelino) e Francesco Disalvo (Barletta). Quarto uomo sarà Davide Curti (Milano). Fischio d’inizio alle ore 15.

La salvezza non è mai scontata: credo che tante squadre che sono sotto di noi, anche forti, lo sanno – dichiara l’allenatore Roberto Breda -. Logico che il nostro obiettivo non è fermarci adesso, ma cercare con la nostra filosofia che è quella di pensare sempre una partita alla volta e di fare ancora meglio. Non era scontato, lo abbiamo fatto con un vantaggio di un po’ di partite che adesso ci permettono di pensare a qualcosa in più, rimanendo concentrati sempre sulla partita che deve venire”.

La Pro Vercelli al “Piola” ha un ottimo rendimento, come l’Entella a Chiavari. “Sono campi simili – spiega Breda -, anche come dimensioni e come tipo di fondo. Sono una squadra che in casa sta facendo bene. Ma sta facendo bene un po’ dappertutto, perché viene da otto risultati utili consecutivi. Noi dobbiamo fare la nostra partita, sapere quali sono le nostre armi e le nostre caratteristiche, nel rispetto delle caratteristiche avversarie”.

La Primavera dell’Entella ha pareggiato nell’andata della finale di Coppa Italia. “Hanno avuto un bell’atteggiamento, bello spirito. Un po’ come la prima squadra non hanno mollato fino alla fine, sono riusciti ad agguantare un meritatissimo pareggio oltre al novantesimo. Ora ha l’opportunità di andare a giocarsi tutto in un campo importantissimo, forse il più bello d’Italia con Milano, quindi è logico che è una bella soddisfazione. Mi è piaciuto l’atteggiamento – conclude -, è bello come la città vive questo tipo di rapporto anche coi ragazzi, è stata una bella festa“.