Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella-Ascoli, Roberto Breda: “In questa fase conta solo fare punti” risultati

L'allenatore chiavarese: "Non si vince con la rabbia: si vince con la testa e con l'intensità"

Chiavari. Subito in campo la Virtus Entella in vista della gara di questa sera alle ore 20,30 al “Comunale” contro l’Ascoli.

Domenica mattina allenamento di scarico per i giocatori impegnati nella sfida con il Brescia, mentre gli altri componenti della rosa hanno lavorato a lungo davanti all’intera dirigenza e al presidente Antonio Gozzi. Ieri rifinitura alle ore 15 al “Comunale” a porte chiuse.

Al termine della rifinitura pomeridiana, mister Roberto Breda ha redatto l’elenco dei giocatori chiamati a sfidare l’Ascoli. Eccoli nel dettaglio. Portieri: Iacobucci, Paroni. Difensori: Ceccarelli, Pellizzer, Benedetti, Belli, Pecorini, Sini, Filippini. Centrocampisti: Ardizzone, Moscati, Palermo, Troiano, Ammari, Tremolada, Di Paola, Zaniolo. Attaccanti: Caputo, Catellani, Diaw.

La partita sarà arbitrata da Daniele Minelli della sezione di Varese, assistito da Gaetano Intagliata (Siracusa) e Gianluca Sechi (Sassari). Quarto ufficiale sarà Diego Provesi (Treviglio).

L’allenatore dell’Entella dichiara: “Abbiamo voglia di fare bene. Sappiamo che col Brescia abbiamo fatto una buona partita anche se non siamo riusciti a portare a casa i tre punti e adesso ce ne aspetta un’altra. Si resetta e si prepara nel migliore dei modi questa sfida contro una squadra che forse ha qualche assenza in difesa però ha tantissime alternative davanti, è una squadra sempre difficile da affrontare, con un tecnico che ci terrà particolarmente perché ha fatto molto bene qua l’anno scorso. Una bella sfida che dobbiamo cercare di affrontare per portare a casa più punti possibile“.

Siamo nella fase dove tutto è in funzione dei punti – prosegue Breda -. Poi possono arrivare con prestazioni di qualità, di intensità, di difficoltà come magari è stato con il Cesena, ma con l’idea di far sempre punti“.

Non dobbiamo perdere in lucidità – spiega Breda -, perché noi l’atteggiamento l’abbiamo sempre giusto, anche quello di Brescia. Poi a volte sono gli episodi che fanno la differenza, però la partita l’abbiamo affrontata nella maniera giusta. Non si vince con la rabbia: si vince con la testa e con l’intensità“.

Il pareggio di Brescia è stato segnato da due errori di Iacobucci. “L’errore fa sempre parte del gioco. Come mia caratteristica non sono mai andato ad accusare qualcuno per un errore. Lui ha fatto tantissime volte bene. E’ vero però che il portiere, mentre lui mette la pezza per tanti, quando sbaglia non c’è nessuno che lo può aiutare. Rimane un portiere importante, uno dei più importanti della categoria, che ha fatto cose importanti – conclude Breda -, che deve solo continuare a fare le cose come sa farle”.