Anti di violenze

Botte e maltrattamenti alla moglie, vigile genovese condannato a due anni senza condizionale

Genova. Botte e soprusi ripetuti ai danni della moglie che sarebbero andati avanti per anni fino a che lei alla fine non ha deciso di lasciarlo. Per questo un genovese di 58 anni è stato condannato dal tribunale monocratico di Genova a due anni di reclusione senza la sospensione condizionale della pena per lesioni e maltrattamenti aggravati.

L’uomo, difeso dall’avvocato Mauro Morabito, è un agente della polizia municipale ed era già sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento all’ex moglie, ma aveva violato la misura: per questo non è stata concessa la sospensione condizionale della pena.

Per la donna, difesa dall’avvocato Emanuele Olcese, il giudice ha stabilito anche il pagamento di una provvisionale da 20 mila euro