Bello, ma per pochi, il Don Carlo dedicato a Daniela Dessì - Genova 24
Opera

Bello, ma per pochi, il Don Carlo dedicato a Daniela Dessì

Al teatro Carlo Felice inizio anticipato alle 19 per la (lunga) opera di Verdi

carlo felice

Genova. Applausi calorosi ieri sera al Carlo Felice per la prima di “Don Carlo”. Purtroppo non c’era il
pubblico che lo spettacolo avrebbe meritato: galleria vuota, ampi settore della platea deserti. Certo ha influito la lunghezza dello spettacolo e anche l’orario anticipato alle 19. Ma indubbiamente “Don Carlo” non e’ fra i titoli piu’ popolari di Verdi.

Eppure e’ indiscutibilmente uno dei suoi capolavori, esempio mirabile della sua “teatralita’”. Un’opera che mescola genialmente intrighi politici e passioni individuali, regala momenti di forte tensione drammatica (lo scontro fra Filippo II e il Grande Inquisitore e’ in assoluto una delle scene piu’ straordinarie del teatro musicale) e slanci lirici di commovente eleganza (“Io morro'”).

Il “Don Carlo” proposto venerdì era il frutto di una coproduzione fra Genova e il Regio di Parma. Le scene di Maurizio Balò, essenziali, hanno offerto uno spazio austero, perfettamente adatto all’oscuro dramma schilleriano. Sulla stessa lunghezza d’onda la regia di Cesare Lievi tesa a mantenere il senso di severita’ e di imponenza della partitura verdiana.

Lo spettacolo è stato dedicato a Daniela Dessì, a pochi mesi dalla sua prematura scomparsa.

Più informazioni