Quantcast
Accorato appello

Alluvione 2011, circoli Pd a Tursi: “Risarcite i familiari delle vittime”

marta vincenzi, alluvione, tribunale

Genova. “Troviamo paradossale che ad oltre 4 mesi dalla sentenza dell’alluvione del 2011, il Comune di Genova e le Assicurazioni che dovrebbero garantirlo non abbiano ancora formalizzato una proposta di risarcimento alle parti civili di quel processo, scaricando sugli amministratori di allora gli esiti patrimoniali della sentenza”.

E’ la dura nota firmata da I “Segretari di Circolo del Partito Democratico” di Genova sulla questione (ancora aperta) dei mancati risarcimenti da parte del Comune alle vittime dell’alluvione 2011, dopo la pesante condanna dell’ex sindaco Marta Vincenzi e il conseguente provvedimento di pignoramento dei beni nei suoi confronti.

I provvisionali ammontano a circa 4,5 milioni e Tursi ha, dal canto suo, un’assicurazione di sei milioni che gli permetterebbe di non intaccare voci nel bilancio. Ma ciò nonostante a oggi non si è smosso niente.

“Nei giorni scorsi – scrivono i segretari – gli amministratori condannati hanno visto attivare processi esecutivi nei loro confronti. In particolare l’ex sindaco Marta Vincenzi ha visto pignorata la propria pensione e bloccati i propri rapporti bancari. Tutto ciò è incomprensibile. Da iscritti e militanti del Partito Democratico consideriamo prioritario e non rinviabile che i familiari delle vittime ottengano il risarcimento che gli spetta – concludono – e chiediamo che il Comune di Genova e le Assicurazioni si attivino per risarcirli senza ulteriore ritardo”.

leggi anche
Alluvione 2011, la sentenza
4 milioni e mezzo
Alluvione 2011, gli avvocati di parte civile: “Ora il Comune risarcisca le famiglie delle vittime”
alluvione genova 2011
Le motivazioni
Alluvione 2011, il giudice: “Marta Vincenzi non ha mai chiesto scusa ai parenti delle vittime”
cronaca
Dopo la condanna
Alluvione 2011, il Pm impugna la sentenza e chiede pene più severe