Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Viareggio Cup: pareggia il Genoa e vince lo Spezia foto

Il Genoa, in vantaggio (al 90°) con Bruzzo, si fa raggiungerre, un minuto dopo, da Fadiga; Okereke decide il match a favore dello Spezia e poi subisce un infortunio

La Spezia. Esordio per Genoa (pareggio 2-2 con il Bruges) e Spezia (vittoria per 1-0 sull’Ujana), nella seconda giornata del Torneo di Viareggio.

Sul terreno dell’ eccellente struttura sportiva del “Bruno Federghini” di La Spezia, si sono affrontati Genoa (vincitore del torneo nel 1965 e nel 2007) e Bruges, formazione belga, che vanta un pedigree di prestigio.

Il mister rossoblù, Cristian Stellini, non ha potuto schierare Pellegri ( in Olanda per l’Elite Round dell’Europeo Under 17) e Zanimacchia, impegnato con l‘Under 19 a Coverciano.

Questa la cronaca del match, appuntata sui nostri taccuini in diretta:

Il match si è messo subito in salita per i ‘grifoncini’ (schierati col 4-2-3-1), causa un rigore assegnato dall’arbitro per un fallo del difensore Capotos… dal dischetto Brodic ha messo a segno, con freddezza, la palla dell’ 1-0 belga.

Squadra, quella fiamminga, che in fase di avvio si è fatta preferire ai genovesi, grazie ad una linea difensiva impostata molto alta, in modo da cogliere, sovente, i giocatori del Genoa in fuorigioco.

Al 36° Raul Asencio (‘gioiellino’ spagnolo di origini brasiliane, portato in Italia dal Vicenza) si presenta solo in area e realizza la rete del pareggio.

Al 44° il Bruges resta in dieci, a seguito dell’espulsione di Lemoine, per doppia ammonizione.

Gioca meglio il Genoa, nella seconda frazione di gioco e al 63° Asencio colpisce la traversa su invito di Micovschi (nazionale giovanile rumeno).

Al 65° Bruzzo (classe ’99) e Benedetti (’98) entrano per Minardi e Logan.

Al 68° Asencio, tanto per cambiare, svetta di testa, sfiorando il 2-1.

Stellini provvede a far entrare altri giocatori freschi per il rush finale, mettendo in squadra Tazzer (’99) per Mahrous, Garatoni (’99) per Matarese e Quaini (’98) per Sibilia.

E’ proprio dal piede vellutato di Quaini, che parte (al 90°) la punizione laterale, sulla quale Asencio compie una prodezza balistica, girando la palla in rovesciata per Bruzzo, che non si fa pregare per segnare la rete del 2-1.

I rossoblù commettono l’errore fatale di considerare chiusa la partita… e così, meno di un giro di lancetta dopo, Fadiga (figlio d’arte, dato che il padre Khalilou è stato un nazionale senegalese) scaraventa la sfera del definitivo 2-2 alle spalle di Faccioli.

A fine gara mister Stellini ha così commentato la prestazione dei suoi ragazzi: “La disattenzione, dopo la rete di Bruzzo, ci è costata cara… fare rimbalzare la palla al limite della nostra area, su un loro lancio, ha comportato la mancata vittoria. Abbiamo sofferto nella prima parte di gara, poi siamo usciti alla distanza. Sono contento comunque della prestazione dei ragazzi… peccato per il pareggio. Asencio è un ottimo elemento, che lavora molto bene”.

Il Genoa tornerà in campo giovedì 16 alle ore 15, a Levanto contro il Cagliari, che nella partita d’esordio ha superato (4-1) il Parma. Poi, domenica 19 marzo, sempre a Levanto (ore 15) affronterà gli emiliani.

Vittoria senza festa per lo Spezia, rafforzato da 19enne Okereke, già utilizzato in B. Il nigeriano, arrivato dalla scuola calcio dell’Abuja, come i vari Sadiq, Nura, Awua e Okwonkwo (poi acquistati da Roma, Inter e Bologna), ha segnato il gol partita contro i congolesi dell’Ujana, poi è uscito per un brutto infortunio… il suo torneo è già finito…

Queste le formazioni scese in campo:

Ujana: Mobaelua; Kikonga, Osongo, Tampo, Luzolo; Ngimbi, Diangeyi, Diala, Numbi; Likuta; Ence.
A disposizione: Sese Bia, Kamaladuako, Justice, Traore Diedie, Mulamba, Kabangu, Zutu, Mabiala, Mbule, Loko, Kadiata, Traore Mai. All.: Maxence.

Spezia: Pagnini; Maigini, Manfredi, Mannucci; Foglieni, Demofonti, Cecchetti, Martorelli, Panaccione; Suleiman, Okereke.
A disposizione: Barone, Selimi, Della Pina, Gavini, Acampora, Posenato, Giuliani, Figoli, Capelli, Vatteroni, Monti, Benedetti, Marinari, Milani, Mulattieri, Scarlino. All.: Giampieretti.

Gli aquilotti sfideranno, giovedì 16 marzo, la squadra argentina del Belgrano, che a sorpresa ha battuto (3-2) il Milan, che verrà, a sua volta, affrontato domenica 19 marzo dagli spezzini.