Uomo annegato al Porto antico: forse domani l'identificazione - Genova 24
Le indagini

Uomo annegato al Porto antico: forse domani l’identificazione

Indagini delegate dalla procura alla squadra mobile. Il corpo recuperato sei giorni fa.

impronte digitali

Genova. Potrebbe essere identificato domani l’uomo morto annegato sei giorni fa al Porto Antico. Ciò che si sa al momento è che ha circa 50 anni e ha caratteristiche fisiche di tipo caucasico.

Sulla causa della morte non sembra che ci siano dubbi: più di un testimone lo avrebbe visto lanciarsi in acqua dalle zona dell’sola delle chiatte. Era la mezzanotte circa di giovedì. I sommozzatori dei vigili del fuoco lo hanno recuperato e il 118 ha tentato inutilmente di rianimarlo.

Da allora però quel cadavere è rimasto senza nome. Nessun documento e finora nessuna identità. Ieri il sostituto procuratore Elisa Loris ha delegato la squadra mobile di Genova per scoprire chi sia l’uomo. Domani la polizia scientifica rileverà le impronte digitali dell’uomo con il database delle persone fotosegnalate. Se l’uomo avesse precedenti penali o anche solo di polizia già domani si potrà conoscerne l’identità. In caso di esito negativo invece si ricorrerà all’esame del Dna.