Quantcast
Dalle 10 alle 18

Taxi, notte di trattative. Assemblea in piazza De Ferrari

A Genova nessuna interruzione del servizio

sciopero taxi

Genova. Fumata nera a Roma, dopo una notte di trattative per scongiurare lo stop alle auto bianche, e conseguente sciopero confermato per oggi, giovedì 23 marzo, seppure con distinguo e una spaccatura nelle varie sigle sindacali.

I Tassisti genovesi, nel giorno dell’agitazione nazionale, “riconoscono l’apertura del Governo nei confronti delle giuste necessità della categoria a tutela del proprio lavoro e della legalità” e di conseguenza “non ravvisano l’opportunità di un’interruzione del servizio pubblico che andrebbe a solo discapito dell’utenza e a favorire l’abusivismo”.

Riconoscendo comunque la vertenza sindacale in atto con le istituzioni e in concomitanza con le proteste indette a livello nazionale, i sindacati hanno convocato un’assemblea straordinaria in Piazza De Ferrari dalle ore 10 alle ore 18 per “informare i colleghi sulla situazione attuale” e “sensibilizzare nuovamente le Autorità locali e la cittadinanza sulla condizione in cui versa il comparto e quanto sia imperativa un’azione legislativa equilibrata e ben ponderata”.

Più informazioni
leggi anche
sciopero taxi
La nota
Sciopero taxi, la solidarietà del M5S: “No a riforme calate dall’alto”
sciopero taxi
Protesta finita
Tassisti, al via il tavolo ministeriale, il servizio torna regolare anche a Genova
sciopero taxi
Sciopero
Genova, i tassisti “invadono” De Ferrari: “Presidio che tutela i cittadini”
protesta taxi 15 febbraio 2017
La protesta
“No alle multinazionali del trasporto”. Tassisti in presidio sotto la Regione
IMG 3243
La nostra inchiesta
Quando l’auto “bianca” diventa grigia. Viaggio nel mondo dei tassisti abusivi
presidio taxi matitone
La denuncia al matitone
Taxi, la scelta di Genova: “Non facciamo sciopero”
sciopero taxi
La doppia partita
Uber, Confartigianato Taxi: “La Regione ribadisce di essere al nostro fianco”