Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Taxi, la scelta di Genova: “Non facciamo sciopero” foto

Presidio sotto il Matitone per denunciare la situazione di forte abusivismo che si verifica nei confronti della categoria

Genova. Nello sciopero dei tassisti Genova si distingue e vai in controtendenza rispetto alle proteste a livello nazionale.

presidio taxi matitone

La scelta, presa in maniera unitaria da tutti i sindacati a livello locale, è stata infatti quella di non lasciare a piedi i genovesi, ma di limitarsi a un’assemblea in piazza De Ferrari e a un presidio.

“Avendo un tavolo aperto con il governo non vediamo la necessità di creare difficoltà ai cittadino”, spiega Valerio Giacopinelli, Fita Cna.

Alla vertenza nazionale, però, i tassisti genovesi hanno unito anche quella locale, con un presidio di auto bianche sotto il Matitone. Ancora una volta i rappresentanti della categoria sono saliti al comando della polizia municipale per denunciare la situazione di forte abusivismo che si verifica nei confronti della categoria.

“L’ultimo ‘episodio’ – spiega Leonardo Cavagnoli, portavoce tassisti genovesi – si è verificato durante il concerto di Gigi D’Agostino al Palafiumara quando abbiamo visto un andirivieni di auto che sospettiamo taxi abusivi”.