Si finge dell'Opera Pia per truffare i frati Cappuccini: beccato in flagrante - Genova 24
Altri colpi

Si finge dell’Opera Pia per truffare i frati Cappuccini: beccato in flagrante

carabinieri

Genova. I Carabinieri di Castelletto hanno arrestato un 41enne di Fossano, per truffa. Nel corso della mattinata l’uomo aveva contattato telefonicamente il convento dei frati Cappuccini presentandosi come un appartenente ad una nota Opera Pia di Bologna, chiedendo di poter aiutare un suo conoscente che si trovava a Genova e necessitava di 400 euro per il pagamento dell’affitto di un appartamento.

Insospettiti dalla richiesta, i frati hanno contattato l’Opera Pia di cui il truffatore aveva speso il nome, scoprendo che non era la prima volta che qualcuno li utilizzava per convincere ignare vittime a consegnare somme di denaro a persone a loro completamente sconosciute. Avuto certezza che si trattasse di un tentativo di truffa, i frati hanno contattato i Carabinieri di Castelletto che si sono immediatamente attivati, predisponendo un servizio nel luogo indicato per l’appuntamento con il “bisognoso”.

Quando si è presentato ed ha ricevuto la somma di denaro, i militari lo hanno bloccato ed arrestato con l’accusa di truffa. Dai primi accertamenti effettuati è emerso che l’uomo non era nuovo alla truffa, già messa in atto, con metodologia analoga, in altre occasioni in altre città del nord-Italia. Ora i Carabinieri devono effettuare gli accertamenti necessari a verificare in quali e quante occasioni la truffa è andata a segno. Intanto, vista la pericolosità del soggetto, lo stesso è stato ristretto presso il Carcere di Genova Marassi.

Il successo dell’attività è stato possibile grazie anche alla pronta reattività delle vittime le quali, intuito il pericolo, hanno contattato immediatamente i Carabinieri, che sono stati in grado di predisporre tempestivamente il servizio.

leggi anche
Bmw con droga
Cogorno
Da 175 a 65 mila: “trucca” il contachilometri, poi vende l’auto