Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Settanta spettacoli in otto giorni: a Genova torna la Settimana del Teatro

Più informazioni su

Genova. Settanta iniziative in programma in venti teatri cittadini. Torna per il terzo anno la Settimana del Teatro, un ricco calendario di spettacoli, lezioni e iniziative gratuite e promozionali da domenica 26 marzo a domenica 2 aprile, coordinato dal Comune di Genova in occasione della Giornata Mondiale del Teatro (27 marzo).

Eight days a week, questo il motto dell’edizione di quest’anno, che vuole anche ricordare il decennale della scomparsa di Emanuele Luzzati, cui sono dedicati spettacoli, una mostra e laboratori. Fra questi, al Carlo Felice, l’Elisir d’amore, con lo storico allestimento di Luzzati, al Chiostro di San Matteo la mostra, organizzata da Lunaria Teatro, Luzzati-Trionfo, amici di vita e di teatro e al Bloser una serie di laboratori che porteranno ad allestire lo spettacolo Luzzati da favola cri cri e la gazza ladra.

Al ricco calendario di iniziative, che ha l’intento di diffondere presso un pubblico sempre più vasto le opportunità culturali, si aggiungono l’attesa apertura ufficiale del Museo Biblioteca dell’Attore e la presentazione dell’analisi delle gestioni teatrali, curata dal Comune di Genova.

“Quest’anno il cartellone è particolarmente ricco – sottolinea l’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova Carla Sibilla – Genova è considerata la città dei teatri, visto il numero di compagnie, gli spettacoli allestiti e il grande afflusso di pubblico. Lo scorso anno la settimana ricordava Gilberto Govi e questa edizione è dedicata a Emanuele Luzzati che, con le sue opere, ha contribuito a far conoscere Genova e la sua tradizione culturale nel mondo. Il programma si arricchisce con la riapertura al pubblico del Museo Biblioteca dell’Attore. Torna così a disposizione dei cittadini, degli appassionati ma anche degli addetti del settore, un ricco archivio di documenti unici, lasciati dai maggiori attori o operatori del teatro dall’Ottocento ad oggi”.