Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Salvatore (M5S) chiama “cortigiani” i colleghi: scintille e minacce di azioni legali in Regione

Liguria. Scintille e caos anche oggi in Regione Liguria. “Il consiglio regionale della Liguria inizia sempre in ritardo, mentre il partito unico con i suoi cortigiani fa i suoi giochi da salotto, lo denuncerò all’autorità competente”. Lo ha detto a inizio assemblea regionale la consigliera del M5S Alice Salvatore facendo così scoppiare il caos in aula. “La smetta di offendere”, ha tuonato l’assessore Gianni Berrino sbattendo i pugni sui banchi della Giunta.

“Basta generalizzare, darò mandato ai miei avvocati di rappresentarmi in questa vicenda, sono stato presente 88
consigli su 88”, ha detto il capogruppo di Rete a Sinistra Gianni Pastorino. “Dare dei ritardatari e degli assenteisti lo trovo vergognoso”, ha aggiunto Matteo Rosso (FdI-An).

“Salvatore ha offeso in modo generalista tutti i consiglieri regionali che lavorano con serietà, l’autorità competente è l’ufficio di presidenza, ce l’ha davanti, glielo dica ora”, ha evidenziato Giovanni Barbagallo (Pd).

“Vi ho accusato di essere dei ritardatari non degli assenteisti – ha replicato Salvatore – In nessuna grande azienda la giornata inizia con mezz’ora di ritardo, un insulto ai cittadini che ieri hanno preso un permesso di lavoro per venire a seguire l’assemblea”.