Rami e buche sulle strade di Genova, calvario per i bus. Orsa: "Il degrado avanza" - Genova 24
La denuncia

Rami e buche sulle strade di Genova, calvario per i bus. Orsa: “Il degrado avanza”

Strade gruviera e specchi che si rompono a causa dei rami che sporgono sulle strade

470 bus collinari

Genova. Con la bella stagione, oltre a quelli già esistenti, arrivano sempre nuovi problemi per i bus di Genova e a lanciare la denuncia è ancora una volta la segreteria del sindacato Orsa tpl. “A causa di una gestione assurda e di una burocrazia lenta, anche le opere più semplici come il taglio di un ramo che arreca danni ai bus in transito e rischia di ferire i passeggeri a bordo, diventa un impresa faraonica dai tempi biblici. Inizia la bella stagione, si iniziano ad aprire i finestrini sui bus e iniziano i problemi per gli utenti”.

Orsa sottolinea che su moltissime linee il verde crea grossi problemi al transito dei bus, sulla 66 (e in generale su tutte le linee collinari) molti specchi si rompono a causa di rami che sporgono eccessivamente sulla strada. “La novità adesso è che si rischia anche su linee come il 7, il 9, 20, 38 perché il degrado avanza e gli interventi diminuiscono sempre più. Numerose sono le segnalazioni di utenti e noi come Organizzazione Sindacale le inoltriamo a chi di dovere insieme a quelle dei lavoratori, ma nonostante tutto il sistema non funziona”.

Il sindacato precisa che sono tantissime le segnalazioni già fatte, anche per quanto riguarda le buche sulle strade. “Ma puntualmente Aster scarica su altri responsabili che hanno la competenza del tombino (Fastweb, Iren, Enel, etc etc), i quali poi demandano a ditte che lavorano al super ribasso, facendo tapulli che durano come la neve al sole. Come tutti possono vedere, Genova sembra suolo lunare e utenti e lavoratori si spaccano la schiena sui bus, mentre i motociclisti rischiano quotidianamente la vita. Chi deve vigilare su queste situazioni? Non è più possibile sentire la stessa scusa da 5 anni, ovvero la presunta mancanza di fondi. Avere cura delle strade e del verde non è così complicato, serve la volontà, perché se ha un costo ‘questa manutenzione’, ha un costo anche la riparazione dei bus danneggiati, il servizio che va in ritardo, l’indennizzo degli utenti”.

Per Orsa la soluzione è soltanto una: “La politica deve cambiare questo sistema di gestione. O Aster si accolla questi interventi e poi, tramite un sistema di riscossione valido, rientra in tempi brevi delle spese, o deve esserci una sinergia tra partecipate, così da migliorare i servizi ai cittadini. Sarebbero sufficienti squadre miste di pronto intervento formate da personale delle partecipate o magari da personale non più idoneo ad altre mansioni o addirittura dare lavoro ai tanti disoccupati. Utopia? No, secondo noi basterebbe volontà e semplice gestione smart. Genova e i Genovesi meritano molto di più”.

Più informazioni
leggi anche
nuovi bus amt gavette
L'affondo
Testate ad autista bus, Orsa: “Meno male che il progetto sicurezza è partito da mesi”
Incidente
Non solo vetture vetuste
Bolzaneto, bus a fuoco. Orsa: “Acquisti sbagliati e manutenzione a ditte private, ecco i risultati”