Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Marassi e Torriglia dicono addio ai sogni di primato risultati

Sant'Olcese e Cogoleto continuano il loro duello in chiave Promozione

Genova. La doppietta di Stradi, rifilata alla Cogornese, rilancia, in grande stile, la capolista Sant’Olcese, che a quattro giornate dal termine, resta la grande favorita per il successo finale, in virtù dei cinque punti di vantaggio sul Cogoleto, vittorioso sul Pontecarrega, per mezzo di un “cabezazo” di Michele Rossi, su assist di Guerrieri.

A fine match, ecco il commento a caldo del match winner: “Seppur ancora frastornati dalla debacle di mercoledi scorso in Coppa Liguria (ndr – Cogoleto travolto 8-1 dall’Alassio), abbiamo faticato per venire a capo della resistenza di un ottimo Pontecarrega – attacca Rossi – il palo di Testi e la traversa di Paini potevano essere i segnali di una partita stregata, ma per nostra fortuna, su un perfetto cross di Guerrieri, ho colpito la palla di testa con tutta la voglia e la rabbia, che avevo in corpo, realizzando la rete, che ci tiene,  più che mai, in gioco.

Marassi e Torriglia escono dalla lotta per il primato; gli uomini di Boschi pareggiano(0-0) sul terreno del Mignanego, risultato che li allontana ( a meno nove) dal Sant’Olcese; i valligiani di Mazzocchi tornano sconfitti (3-2) dalla trasferta in casa della Caperanese.

L’Olimpic Prà Pegliese, quinta in classifica con 41 punti, a meno di un miracolo sportivo, non disputerà i play off, avendo un ritardo di quattordici punti dal Cogoleto, dieci dal Marassi  e nove dal Torriglia.

Bonadio e compagni, in vantaggio dopo solo dieci minuti di gioco con Varone, si fanno raggiungere (al 70°, Pendola) dalla Ruentes.

Vittorie preziose, in chiave salvezza,  per Campi e Sori.

I polceveraschi, sotto di una rete (Macaj) con il Nozarego, ribaltano (2-1) il risultato per merito di Santonastaso e Gullone; il Sori, con l’identico punteggio, vince, in pieno extra time, il match con la Cella.

Bargagli e Multedo si dividono (1-1) la posta, mettendo in evidenza la verve realizzativa di Daneo e Pecoraro.