Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

M5S, Marika Cassimatis: “Interrotto processo democratico, attendo spiegazioni”

La candidata sindaco genovese sconfessata da un post sul blog di Beppe Grillo corteggiata con un tweet da Federico Pizzarotti ma frena: "No reazioni di pancia, capiamo cosa è successo"

Genova. “No, non ho sentito né Beppe Grillo né Alice Salvatore né alcun esponente dello Staff, ma il sistema dei p.s. funziona così, il blog indica la strada e poi tutto succede di conseguenza”. Marika Cassimatis ha ricevuto da poche ore la notizia che il Movimento 5 Stelle ha azzerato la consultazione on-line delle “comunarie”, ma resta agguerrita e, tutto sommato, serena. Non ha il sorriso dell’immagine che abbiamo scelto a corredo di quest’articolo, in cui reggeva, insieme alla stessa Salvatore, un cartello a difesa della democrazia, ma non ha perso la speranza di portare avanti un progetto per Genova, in qualche modo.

cassimatis e alice salvatore

“Aspetto che mi vengano date delle spiegazioni – dice – aspetto di sapere a chi corrispondano i nomi della lista che mi ha sostenuto, perché gran parte di quelle persone io neppure le conosco, e sono curiosa di capire cosa sia successo tra ieri e oggi visto che sembrava che la campagna elettorale fosse pronta per partire”.

Il nome della candidata era già stato pubblicato sul blog. Cassimatis e alcuni consiglieri di cui era già nota l’identità avevano già incontrato il sindaco di Livorno per una sorta di lezione sul tema delle campagne politiche.

beppe grillo azzera voto

Alle 19 si chiuderanno le nuove votazioni on-line, questa volta su scala nazionale, aperte dal post di Beppe Grillo per chiedere agli iscritti se 1) non partecipare alle elezioni comunali genovesi 2) candidare il secondo classificato ovvero Luca Pirondini.

“Vorrei capire anche perché sia stato aperto il voto anche agli iscritti fuori Genova – conclude Marika Cassimatis – e mi domando se non ci siano estremi di non costituzionalità per il fatto che sia stata messa in dubbio una votazione democratica, frutto di un metodo condiviso”.

Oggi all’indirizzo dell’insegnante di Sestri Ponente è arrivato anche un tweet di Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, forse il primo e più celebre dissidente del Movimento 5 Stelle: “Cara Cassimatis, vieni con noi, le porte sono aperte. Qui si parla di temi non di persone. #democraziacercasi”.

Cosa succederà ora al Movimento 5 Stelle a Genova e in Italia? “Non mi sento di fare valutazioni o previsioni, al momento restiamo in attesa, sperando che si chiariscano tanti interrogativi”.