Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’ex carcerato ed ex ultrà del Genoa che studia fisica quantistica e difende Grillo sul web

Ritratto di Daniele Tizzanini, il simpatizzante M5S che attacca giornalisti e critici del movimento e che sostiene di aver ispirato il "troll" ideato da Crozza, Napalm 51: "Lo dice la rete"

Genova. “Sì, sono sono stato cinque anni in galera e ho fatto degli errori, sono irruente e a volte sbaglio per questo, ma oggi sono un uomo che sta cercando un equilibrio, che vive onestamente e a cui per essere completo, forse, manca soltanto la fede”. Daniele Tizzanini, 46 anni, ex ultrà del Genoa nato e cresciuto a Marassi, parla senza filtri di come sia diventato – da qualche anno a questa parte – uno dei personaggi più discussi della galassia Movimento 5 Stelle.

Ultimamente è tornato agli onori della cronaca per una lite dai toni molto pesanti sui social network con Fabio Vistori, consigliere comunale pentastellato alla Spezia reo, secondo Tizzanini, di sostenere le posizioni di Federico Pizzarotti, il sindaco di Parma da tempo critico nei confronti di Grillo e soci, e di Paolo Putti, il consigliere comunale genovese che ha seguito le sue orme uscendo dal gruppo a Tursi e fondandone uno nuovo, Effetto Genova.

Su Genova24 abbiamo raccontato gli screzi on-line tra Tizzanini e Maurizio Boccardo, altro attivista M5S che ha lanciato una petizione contro il “metodo Genova” in vista delle elezioni amministrative e alcune decisioni dei vertici del movimento.

tizzanini

Non ama essere indicato come “il bodyguard” di Beppe Grillo. “Lo avevo semplicemente seguito perché volevo rendermi utile” racconta. Il suo volto compare nei giorni della Genova alluvionata alle spalle del comico-leader, durante una passerella tra gli angeli del fango. “Alcuni ragazzi lo avevano preso di mira – la versione di Tizzanini – non erano loro le vittime”. Qualche tempo dopo si rende protagonista di un’irruzione violenta all’interno della sede del SecoloXIX. Con i giornalisti – ammette – non ha un buon rapporto. Anzi. “Hanno tradito il popolo italiano, invece di essere i cani da guardia del sistema. Ma noi li lasceremo in mutande”. “Quelle visite al Secolo? – dice – sicuro non violente perché nessuno è stato picchiato e nessuno mi ha denunciato per altro, hanno portato a 2 rettifiche. Una sull’immunità parlamentare e l’altra su De Robbio Consigliere di Quarto Napoli”.

Racconta, non senza un certa ironia, di essere la fonte di ispirazione di Maurizio Crozza per la sua parodia dei web-troll Napalm51. Dalla redazione smentiscono, ma qualche somiglianza – parlando con Daniele Tizzanini – la si riscontra davvero. Più in termini di contenuti, che fisica. “Amministro alcune pagine Facebook con le quali raggiungo decine di migliaia di persone – racconta – se scrivo qualcosa posso scatenare una catena di reazioni, ho migliaia di contatti e ho fatto hang-out (collegamenti on line personali) con moltissimi politici e giornalisti”.

Le pagine esistono: Notizie dal WEB, QUELLI DI FACEBOOK CHE VOGLIONO ELEZIONI SUBITO, NOI VOGLIAMO IL M5S AL GOVERNO. I nomi sono esattamente scritti così, in caps-lock.

tizzanini

La sua foto profilo, sul social network fondato da Zuckerberg, è una scacchiera, la sua immagine di copertina, una galassia. E non è un caso. L’ex ultrà genoano da qualche anno ha iniziato giocare a scacchi e a studiare economia e fisica quantistica. Prima aveva collezionato due condanne, una a dieci mesi per aggressioni ai tifosi del Verona, e l’altra per possesso e traffico di droga (300 grammi di cocaina), costata cinque anni di carcere. Il genovese era poi uscito nel 2006 grazie all’indulto.

Alice Salvatore, portavoce M5S in Regione, vicinissima a Grillo, ne parla come di un simpatizzante del Movimento, non come di un attivista. “Non sono iscritto – racconta lui – anche perché essendo stato condannato non è possibile. E non sono candidabile, per lo stesso motivo. Quindi tutto quello che faccio, lo faccio senza secondi fini”. Che sia piuttosto addentro il cerchio magico dei pentastellati locali lo si capisce, tra le altre cose, da una fotografia che circola in rete e in cui è ritratto insieme alla Salvatore e al consigliere De Ferrari durante un viaggio in macchina. “E’ successo una sola volta” dice lei. Ma era un viaggio tra Genova e la Basilicata.

tizzanini

Nome e cognome di Tizzanini tornano anche nei profili on line dei MeetUp genovesi. “Il MeetUp peggiore d’Italia” commenta lui.

tizzanini

Daniele Tizzanini ha le sue idee e, quando è uscito dal carcere, ha scoperto che coincidevano in gran parte con quelle dei 5 Stelle. “Mi hanno accusato di essere fascista – dice – mio padre era un partigiano, socialista, il dna ce l’ho pulito”. Il futuro di Genova? “Credo che sarebbe meglio non vincere, se non il MeetUp non si riesce a riorganizzare meglio, si potrebbe fare come in Sardegna durante le Regionali del 2014 dove il simbolo non è stato neppure presentato. Non siamo obbligati a vincere per forza come gli altri partiti”. Quello dell’Europa? “Aspettiamo il voto francese, se come credo vincerà la Le Pen, sarà l’apocalisse, crollerà tutta l’architettura di Bce e Fondo monetario, e allora vedremo chi aveva ragione”. Sì, ma il Movimento ce la farà, in caso di apocalisse, a portare avanti la baracca? Tizzanini non lo sa ma lascia intendere che non è questo il punto. Un attimo dopo inizia a parlare del bosone di Higgs, della particella di Dio. D’altronde, ha amici anche al Cern.