La Pro Recco trema, rimonta e la spunta ai rigori: la Coppa Italia è ancora sua - Genova 24
Pallanuoto

La Pro Recco trema, rimonta e la spunta ai rigori: la Coppa Italia è ancora sua fotogallery

Brescia sconfitto dopo una finale ricca di emozioni

Pro Recco

Recco. La Pro Recco allontana la maledizione dei rigori e si aggiudica la Coppa Italia: in casa del Brescia i campioni in carica si impongono 12 a 11; dopo che alla fine del quarto tempo il risultato era di 6 a 6.

I biancocelesti mettono in bacheca la dodicesima Coppa Italia, la quinta di fila, in un match bellissimo, pareggiato da Sukno a 35 secondi dalla sirena.

Partenza veemente del Brescia che passa dopo appena 14 secondi grazie ad un rigore di Rizzo. Partita spezzettata con gli arbitri a fischiare ripetuti falli in attacco. La Pro Recco ci prova, ma Del Lungo sbarra la strada due volte a Mandic e Sukno. E così arriva il raddoppio dei padroni di casa con Ubovic, con due uomini in più, che capitalizza una respinta di Volarevic e chiude il primo parziale in vantaggio di due reti.

Si riparte e dopo 25 secondi i biancocelesti dimezzano il divario con Mandic da posizione uno. I legni salvano Del Lungo in due occasioni ravvicinate, bolidi di Figlioli ed Echenique. Partita bellissima, con le squadre che cercano il varco giusto. Lo trova a 6 secondi dal termine l’altro mancino della Pro Recco, Echenique, bravo a sfruttare la superiorità numerica: a Mompiano la gara è nuovamente in parità.

Rimonta completata dopo 1’24” del terzo tempo con Figari a battere del Lungo da un metro. Passano venti secondi e i lombardi pareggiano ancora con un rigore realizzato da Paskovic. Ci vuole un super Mandic dalla lunga distanza per riportare avanti la squadra di mister Vujasinovic. Pro Recco che va sul +2 grazie ad Ivovic che segna sul filo dei due metri imbeccato da Mandic. Il sinistro di Nora, con l’uomo in più, accorcia le distanze a 60 secondi dalla terza sirena. Volarevic è prodigioso su Nicholas Presciutti a pochi istanti dal suono della sirena.

Il quarto tempo lo apre un gol di Muslim che si gira in un fazzoletto e riporta in equilibrio la gara. Mompiano spinge i padroni di casa, il palo salva la Pro, mentre dall’altra parte è la traversa a respingere l’assalto di Echenique. A uno e quaranta dal termine la ribalta il Brescia con Rizzo da posizione uno. Vujasinovic chiama il time-out e Sukno, a uomo in più, fa 6-6 quando mancano 35 secondi: si va ai rigori, Volarevic sale in cattedra e sbarra la strada a Nicholas Presciutti e Muslim. Mandic non sbaglia il tiro decisivo: gli artigli sulla Coppa Italia sono quelli della Pro Recco.

Il tabellino:
Pro Recco – AN Brescia 12-11
(Parziali: 0-2, 2-0, 3-2, 1-2; rigori 5-4)
Pro Recco: Volarevic, F. Di Fulvio, Mandic 2, Figlioli, Fondelli, E. Di Somma, Sukno 1, Echenique 1, Figari 1, Bodegas, Aicardi, A. Ivovic 1, Dufour. All. Vujasinovic.
AN Brescia: Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti, Randjelovic, Paskovic 1, Rizzo 2, Muslim 1, Nora 1, N. Presciutti, Bertoli, Ubovic 1, Manzi, Morretti. All. Bovo.
Arbitri: Gomez e Petronilli.
Note. Superiorità numeriche Pro Recco 3 su 11, Brescia 4 su 9 più 2 rigori segnati. Uscito per tre falli Randjelovic nel terzo quarto. Sequenza rigori: N. Presciutti parato, A. Ivovic parato, Muslim gol, Mandic gol, Paskovic gol, Figlioli gol, C. Presciutti gol, Figari gol, Rizzo gol, Sukno gol, N. Presciutti gol, A. Ivovic gol, Muslim parato, Mandic

leggi anche
Aicardi
Coppa italia
La Pro Recco annienta Savona e si prende la finale
Pro Recco
Le interviste
Pro Recco, dodicesima Coppa Italia. Vujasinovic: “Vincere così ha un gusto particolare”