Identifica in aula il suo sfruttatore, poi si sente male e sviene: soccorsa dal 118 - Genova 24
In tribunale

Identifica in aula il suo sfruttatore, poi si sente male e sviene: soccorsa dal 118

tribunale di genova

Genova. Ha identificato in aula il suo sfruttatore ma dopo aver raccontato delle violenze subite si è sentita male ed è svenuta in aula.

E’ successo questa mattina a palazzo di Giustizia nel corso dell’incidente probatorio per un caso di lesioni e sfruttamento della prostituzione. Vittima una ragazza romena di circa 30 anni. Il suo sfruttatore è un connazionale di appena 20. L’uomo era stato arrestato dalla polizia in flagranza il 17 febbraio di quest’anno proprio mentre picchiava la ragazza nella zona di via Buranello a Sampierdarena.

Delle indagini sul giro di prostituzione si sta occupando la squadra mobile di Genova. La ragazza è stata immediatamente soccorsa dal cancelliere, dal gip e dal sostituto procuratore Federico Manotti, titolare dell’indagine. Poi è arrivata l’ambulanza che ha accompagnato la ragazza in ospedale per accertamenti.

Più informazioni