Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Erzelli, l’allarme di GHT “Sono passati 3 mesi e manca firma su accordo di programma con università”

Genova. L’allarme che arriva da Luigi Predeval, l’amministratore delegato di Genova Hi Tech, la società che sta realizzando il parco tecnologico sulla collina degli Erzelli è di quelli che fanno riflettere. Oltre agli annosi problemi legati ai collegamenti tra la collina è la città, con la richiesta di creare nuove infrastrutture che possano permettere di raggiungere più velocemente l’area, come il raccordo con la strada a mare, nascono nuove difficoltà, legate alla tempistica nel siglare le intese.

Erzeli

“Dobbiamo accelerare la firma dell’accordo di programma anche perché dopo che c’è stata l’intesa tra noi e l’università sono passati tre mesi. La cosa che dobbiamo ancora sottoscrivere – spiega Predeval – e’ l’accordo di programma che deve essere portato al governo e che dice i soldi ci sono, 155 milioni a fondo perduto che devono andare alla Filse. Dopo tre mesi non è ancora pronto è questo mi rincresce perché perdiamo tempo e non c’è più tempo da perdere”.

A preoccupare è anche il rischio che questi fondi possano essere destinati ad altri progetti. “Io spero che questo non accada – sottolinea Predeval – ma bisogna muoversi. Non si tratta solo di fare le cose in trasparenza, di fare le cose giuste, ma bisogna farle velocemente e la velocità non è una cosa che in questa città è di casa”.

Intanto da Ght arriva anche l’annuncio del ritardo, a causa di problemi burocratici, nella realizzazione del parco degli Erzelli, 30mila metri di parco pubblico, controllato da telecamere e addetti, dove la gente potrà fare sport e confrontarsi all’aria aperta.

“Siamo ancora in attesa della licenza edilizia per realizzare il parco, noi siamo già pronti col progetto esecutivo finito e volevamo iniziare i lavori a febbraio. Purtroppo saremo obbligati ad applicare le nuove procedure di bando pubblico anche se siamo privati – conclude Predeval – e anche se il terreno è privato e paghiamo noi i costi della realizzazione”.