Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Centrale Enel, pressing su Toti: “Il Governo blocchi la riapertura”

Genova. Approvato in consiglio regionale un ordine del giorno per impegnare il Governatore Toti a far pressioni al Ministero dello Sviluppo economico affinché sia bloccata la paventata riattivazione della Centrale Enel a carbone di Sampierdarena.

Il documento è stato presentato dal capogruppo di Forza Italia, Angelo Vaccarezza, insieme al collega Claudio Muzio e sottoscritto poi da tutti i consiglieri.

“La centrale a carbone è inquinante, dannosa per la salute e ormai anche inutile – ha dichiarato Vaccarezza -
Enel ne ha chiesto la dismissione definitiva perché l’impianto è stato considerato poco produttivo e tecnologicamente superato, ma il Ministero dello Sviluppo Economico ha negato tale scelta poiché secondo i pareri valutati, lo scenario indurrebbe a non poter procedere alla messa definitiva fuori uso per i prossimi mesi, fino alla conclusione della situazione di potenziale fabbisogno. Non dimentichiamo però che la salute dei cittadini è in primo piano e che il perdurare di questa situazione produrrebbe effetti nocivi”.

“Tra esposti, presìdi sul territorio accanto alla società civile e interventi a tutti i livelli istituzionali, quello di oggi rappresenta soltanto l’ultimo di una serie di azioni portate avanti dal M5S negli ultimi mesi – ha commentato il Movimento – per fermare questa nuova minaccia ambientale da parte di un governo fossile che, negli ultimi due anni, ha fatto addirittura calare la produzione di fonti rinnovabili per giustificare il ritorno al carbone. Dalla Regione la battaglia si è spostata anche a Bruxelles con un’interrogazione a prima firma Dario Tamburrano, per scongiurare una volta per tutte la riapertura dell’impianto, nel nome della difesa costituzionale della salute pubblica e dell’ambiente”.