Arenzano, dissequestrato tratto di costa interessato dalla frana - Genova 24
Dopo un anno

Arenzano, dissequestrato tratto di costa interessato dalla frana

Quello della spiaggia dei cani e del ristorante Il Rifugio. Resta sotto sequestro la zona dei Pizzo

Frana ad Arenzano si lavora per liberare l'Aurelia dalle macerie

Genova. A quasi un anno dalla frana sull’Aurelia, ad Arenzano, (era il 19 marzo 2016) è stata dissequestrata l’area di costa all’altezza del ristorante “Il rifugio”, rimasto chiuso per tutto questo tempo.

L’annuncio è arrivato dal Comune di Arenzano che ha ricevuto comunicazione dalla Procura relativamente al via libera dopo che, mesi fa, l’amministrazione aveva depositato l’istanza di dissequestro, prima dell’area del cantiere per la pista ciclabile, e poi per tutto il perimetro interessato dalle frana “del Pizzo”.

La notifica del dispositivo della Procura dovrebbe arrivare entro il weekend e riguarderà, oltre alla zona del locale di ristorazione – che aveva subito danni ingenti a causa dei massi caduti e che quindi dovrà essere ristrutturato – anche il lungomare e la spiaggia per i cani.

Resta sotto sequestro l’area dei bagni Pizzo e il passaggio pedonale che porta a un altro noto locale, La Kascia. Il sindaco Maria Luisa Biorci ha dichiarato che presenterà un’ulterior istanza di dissequestro per la zona mancante.

leggi anche
arenzano aurelia riapertura
Le condizioni
Frana Arenzano: ok al dissequestro della seconda corsia, ma viabilità ancora vincolata
Coda in attesa della riapertura dell'Aurelia ad Arenzano
Ieri l'apertura
Frana Arenzano, il sindaco Biorci: “Ora pensiamo al dissequestro di passeggiata e arenile”
Coda in attesa della riapertura dell'Aurelia ad Arenzano
L'attesa
Frana Arenzano, tutti in coda e poi il via: riaperta l’Aurelia