#genova2017

Arata si candida sindaco per il centrosinistra: “Eccomi, per una Genova come San Francisco”

Iscritta al Pd, ex presidente del Festival della Scienza, non si arrende alla volontà del partito genovese di non andare a primarie

Genova. “Non dobbiamo avere paura delle grandi opere, dobbiamo farne di più e più in fretta. Dobbiamo pensare a un’industria 4.0 che aiuti la città a trovare un nuovo sviluppo e a diventare una nuova realtà, Genova come San Francisco”. Manuela Arata, ex direttrice del Festival della Scienza e dell’Istituto nazionale di fisica della materia si candida a diventare sindaco e lo fa “non contro qualcuno, ma per un progetto”.

Iscritta al Pd, chiede alla coalizione del centrosinistra di tenere conto della propria disponibilità, anche se – nei ultimi giorni – le stesse forze sembrano impegnate a evitare le primarie e farsi dire sì dall’assessore Gianni Crivello.

“Penso che all’interno della coalizione ci debba essere un confronto democratico – ha detto Manuela Arata durante la conferenza stampa di presentazione della sua autocandidatura – gli organismi di partito devono sentire tutti i candidati, devono fare delle audizioni. Io sono andata a tutte le riunioni e non ho mai avuto la possibilità di parlare, di proporre la mia idea
di programma”

La candidatura è sostenuta da oltre 200 firme che rappresentano il Laboratorio per il futuro della città, nato un anno fa e al quale hanno aderito persone della società civile che hanno creduto nel progetto di Arata. Lo slogan è: far ripartire Genova. “Io ci sono ma se la sinistra dirà di no farò un passo indietro. Certo mi dovranno dire perché no”.

leggi anche
Generica
Stop alla candidatura
Genova 2017, Regazzoni abbandona la corsa: “In bocca al lupo a Crivello”
gianni crivello 4
Ore d'attesa
Centro sinistra, Crivello: “Non sarò il candidato di una sola forza politica. Genova ha bisogno di fiducia”
assemblea provinciale pd
#genova2017
Pd, l’assemblea provinciale dice Sì a Crivello e vota il bilancio: tessere in calo, ma scende anche il “rosso”.