Amatori Genova, manca il "cecchino" e San Mauro ringrazia - Genova 24
Serie c1

Amatori Genova, manca il “cecchino” e San Mauro ringraziarisultati

Blaugrana beffati ad un paio di minuti dal termine

Amatori Genova

Sant’Olcese. Gli Amatori Genova stupiscono ancora riuscendo a perdere una partita dominata territorialmente, con un possesso palla pressochè totale, una touche dominante ed una mischia che ha retto egregiamente il confronto.

Si dice che nel rugby chi controlla le fonti del gioco vince le partite ma è altresì vero che se la squadra non ha calciatori riesce nonostante questo a perderle: domenica gli Amatori ha lasciato dieci punti sul campo, per vincere ne bastavano tre.

Nell’incontro da registrare in positivo ancora una buona prova di Falchi, sempre efficace negli inserimenti ed autore di una meta, quella di Palomba che ha disputato un incontro di pura sofferenza marcando anch’egli e quella di Davitti che ha dato uno scossa alla partita provando anche la soluzione personale.

Da segnalare anche la prestazione al gran completo della prima linea guidata dall’esperienza di Panetta e con un Giacobbe in gran crescita che si è sobbarcata il grosso del lavoro.

Il San Mauro non ha demeritato mostrando una strenua ed ordinata difesa che ha negato all’avversario almeno tre mete fatte ed una rapida ed aggressiva salita dei difensori sui portatori di palla avversari inducendoli spesso all’errore, mentre è mancata completamente nel gioco aperto a causa dell’imprecisione nei passaggi.

Una partita tutto sommato equilibrata quindi che è stata decisa, oltre che dall’imprecisione dei calciatori, anche per i piemontesi un calcio, un drop ed una trasformazione sbagliati, solo da un controverso episodio.

Buon inizio degli Amatori i quali però rinunciano ad un facile calcio per tentare la via della meta ma pasticciano e falliscono; per contro alla prima azione in attacco il San Mauro al 5° trova la meta al termine di una bella azione corale, la trasformazione non riesce ed il risultato si fissa sullo 0-5.

Da quel momento i genovesi si installano nella metà campo avversaria attaccando in maniera prevedibile e sterile. I piemontesi difendono ordinati e cercano di uscire dalla propria metà campo. Vi riescono a fatica al 22° ma vengono fermati sulla linea dei dieci metri, fallosamente per l’arbitro che punisce gli Amatori con un calcio che trasformato porta il punteggio per gli ospiti sullo 0-8.

Blaugrana all’attacco a testa bassa, una serie ripetuta di attacchi viene fermata con una continua serie di falli che però non inducono l’arbitro ad estrarre il cartellino giallo; la linea di difesa gialloblù tiene egregiamente ma al 39° deve capitolare per merito di capitan Palomba. David Marshallsay non trasforma un facile calcio ed il tempo si chiude sul 5-8.

Nell’intervallo Davitti subentra ad un Giovenco non particolarmente brillante. L’innesto porta vivacità al gioco della squadra locale: già al 1° una magnifica fuga di Falchi poi continuata da Colloca sembra arrivare in meta ma viene fermata fallosamente a pochi metri da questa: la facile trasformazione del calcio viene anch’essa fallita.

Il resto del tempo è un monologo in attacco degli Amatori che si infrangono sul muro eretto dal San Mauro; al 15° entrano Tchouta per Viancini, Caruso per Di Nardo e Barioglio per Girardini, mentre al 19° David Marshallsay trasforma l’ennesimo calcio di punizione ed il punteggio dice 8 a 8.

E’ il momento di insistere e l’assalto continua, interrotto solo da un timido tentativo di fuga sventato da un gran placcaggio di Tchouta, ma i minuti passano e gli Amatori non sfondano, le energie diminuiscono e con esse la lucidità. Al 26° Carlini rileva Benveduti e poco dopo schiaccia in meta ma l’arbitro ritiene che il pallone sia stato tenuto sollevato da terra; passano pochi minuti ed al 34° Falchi realizza la meta del meritato sorpasso, anche in questo caso per la trasformazione è fallita: 13-8.

Mancano sei minuti alla fine e la partita deve solo essere portata tranquillamente in porto, ma due minuti più tardi succede il fattaccio: una palla giudicata libera dall’arbitro viene raccolta dal tallonatore del San Mauro che passa in mezzo ai giocatori blaugrana fermi ad aspettare un fischio che non arriva e schiaccia in mezzo ai pali. Meta, trasformazione e vittoria ospite per 15 a 13.

Appena il tempo di registrare il cambio di Mastrangelo per un Palomba claudicante dal 2’ di gioco e la partita finisce tra l’incredulità generale dei giocatori della squadra di casa.

Gli Amatori Genova guidati da Paul Marshallsay hanno schierato 15 Falchi A.; 14 Rattazzi F.; 13 Marshallsay D.; 12 Colloca T.; 11 Semino E.; 10 Filippone R.; 9 Giovenco M.; 8 Palomba N.; 7 Di Nardo R.; 6 Benveduti G.; 5 Viancini S.; 4 Girardini F.; 3 Giacobbe E..; 2 Marcellino M.; 1 Panetta A.; 16 Tchouta Y.; 18 Mastrangelo F.; 19 Rattazzi G.; 20 Barioglio L.; 21 Davitti S.; 22 Caruso S.; 23 Carlini P.