Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Accompagna l’amica a morire in Svizzera: lei gli lascia l’eredità, ma Equitalia lo “assale”

Più informazioni su

Chiavari. Ha accompagnato un’amica a morire in Svizzera e lei, per ringraziarlo, ha deciso di lasciargli parte della sua eredità. Lui non l’ha ancora avuta, ma Equitalia ha inviato all’ereditiero una cartella da 60 mila euro per quando ne entrerà in suo possesso. Accade a un uomo di Chiavari e la storia è stata racconta da un quotidiano locale.

La vicenda coinvolge Angelo Tedde, sessantenne, portiere notturno di un hotel di Chiavari, e Oriella Cazzanello,
ottantenne vicentina. Oriella, nel 2014, decide di porre fine alla sua vita e chiede ad Angelo, conosciuto durante i soggiorni della donna in Riviera, di accompagnarla in Svizzera. Angelo, pur non condividendo quella scelta, accetta. Per quel gesto il portiere ha passato anche guai con la giustizia: era stato accusato di aiuto o istigazione al suicidio, ma venne assolto nel 2015 perché, scrivono i giudici del tribunale di Vincenza, “la
donna era pienamente capace sotto ogni aspetto e nessuno avrebbe potuto persuaderla”.

La vicenda fece discutere perché Oriella non era affetta da gravi malattie e perché aveva deciso di lasciare gran parte della sua eredità – circa 600 mila euro – all’amico Angelo. I parenti più vicini alla donna – senza marito né figli – hanno impugnato il testamento (inizialmente fermato per il procedimento penale ma successivamente contestato dai parenti in sede civile). Equitalia non ha aspettato l’iter della magistratura ed ha recapitato all’aspirante ereditiero una cartella esattoriale da 50 mila euro, salita a 60 per gli interessi.